Cocciniglia: come riconoscerla ed eliminarla

Le infestazioni di cocciniglia sono un problema molto fastidioso ma anche molto frequente.

La cocciniglia che attacca le piante si presenta come un piccolo insetto dal corpo molle circondato da una sostanza cotonosa bianca che si deposita sulle foglie delle piante.

Ma come identificarla correttamente? Ecco alcune informazioni che ti aiuteranno a riconoscere la cocciniglia e alcuni consigli su come rimuoverla dalle tue piante.

Attenzione: se la tua pianta ha già un’infestazione grave, rivolgiti al tuo giardiniere o vivaista di fiducia che saprà indicarti la giusta soluzione.

Come riconoscere la cocciniglia

Le cocciniglie visibili sono le femmine. Sono piccoli insetti con un corpo quasi appiattito e con zampe spesso molto piccole rispetto al corpo.

Le cocciniglie maschio sono piccoli insetti alati che raramente puoi trovare sulle piante.

Le specie principali di cocciniglie sono le cocciniglie dalla coda lunga (Pseudococcus longispinus) e le cocciniglie degli agrumi (Planococcus citri).

Le cocciniglie causano alcuni danni: succhiano la linfa dalle piante che attaccano. Dal momento in cui attaccano una pianta, causano poi l’ingiallimento delle sue foglie che, alla fine, cadono dalla pianta.

Possono anche attaccare le piante dell’orto e quindi causare la caduta (prematura) di frutta, verdura, ma anche di boccioli di fiori.

Se sulla tua pianta c’è una brutta infestazione di cocciniglia, questi parassiti producono una sostanza cerosa, conosciuta anche come “melata” e aiutano lo sviluppo di muffe fuligginose.

Inoltre, le cocciniglie femmine nascondono le loro uova nelle soffici escrezioni bianche visibili sulle foglie.

Le uova si schiudono in circa 10 giorni, producendo degli insettini che si trasferiscono in un’altra parte della pianta e dopo qualche settimana si sviluppano completamente nella loro forma adulta.

I metodi per eliminarla

Come la maggior parte dei parassiti, il miglior modo per evitare le cocciniglie è avere delle piante sane. Le piante sane attirano di meno le infestazioni di parassiti, rispetto alle piante più deboli e stressate.

Quindi, come regola generale, assicurati che le tue piante siano sane così attireranno di meno questi fastidiosi parassiti. Se vedi un’infestazione sulle tue piante, ci sono diverse opzioni per eliminare la cocciniglia.

Lavale via

Iniziamo con il metodo più semplice e utile soprattutto quando l’infestazione non è ingente.

Le cocciniglie possono essere rimosse con un getto d’acqua forte. Lavare le foglie con attenzione è una pratica comoda, anche se questo metodo va bene solo per le infestazioni leggere.

Sapone insetticida

Puoi utilizzare un sapone insetticida, oppure puoi crearne uno tuo usando un detersivo per piatti diluito in acqua.

Prova a trovare un prodotto che non abbia profumi e additivi che potrebbero danneggiare le piante.

Mescola qualche goccia di sapone in acqua (l’acqua necessaria per riempire un classico spruzzino), poi spruzza la soluzione sulle piante.

Olio di neem

L’olio di neem è un prodotto naturale che, oltre alle sue proprietà insetticide, è anche un fungicida. Inoltre, porta anche dei benefici: quando viene assorbito dalla pianta, quest’ultima sarà capace di allontanare gli insetti.

Quindi è un ottimo modo per prevenire il problema dei parassiti, oltre ad essere anche sicuro da usare sulle verdure e sulle piante dell’orto.

Potresti anche utilizzare degli insetticidi più potenti contro le cocciniglie. Tuttavia, i pesticidi più forti possono essere un pericolo per gli animali che hai in casa.

Infine, se l’infestazione è grave, valuta la possibilità di isolare subito la pianta prima che le cocciniglie si diffondano ad altre piante della tua casa.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.