Come scegliere il vaso perfetto per le tue piante

Le piante d’appartamento sono un complemento d’arredo vivente per gli spazi della tua casa. E soprattutto abbinare vasi e piante al tuo arredamento rende tutto più armonioso.

Ma scegliere il vaso giusto per ogni pianta è molto importante. Il vaso che scegli influisce sul modo in cui il terreno si asciuga, sulla crescita di una pianta e sulla salute delle radici.

Acqua e luce potrebbero essere le gli aspetti più importanti da tenere in considerazione per avere piante sane, ma anche la scelta del vaso è importante allo stesso modo.

Vediamo insieme come scegliere il vaso perfetto per le nostre piante!

Quale misura scegliere?

In un vaso troppo grande, il terreno si asciuga lentamente, e questo a lungo andare provoca il marciume delle radici.

Inoltre, usare un vaso troppo grande comporta una crescita più lenta della tua pianta perché la pianta userà tutta la sua energia per far crescere le radici e non le sue foglie e i suoi fiori.

Quando un vaso invece è troppo piccolo per la pianta, per prima cosa non avrà stabilità e potrebbe cadere; come seconda conseguenza, il terreno si asciugherà così rapidamente che dovrai innaffiare più spesso. Infine, la tua pianta potrebbe non crescere bene.

In genere, quando acquistiamo dal vivaio, la pianta ci viene venduta nel vaso giusto, ma se dopo qualche anno è cresciuta, devi rinvasare.

Quando si fa il rinvaso si deve scegliere a un vaso di 2-3 cm di diametro più grande, non di più.

Un’eccezione in questo caso è data dai cactus: tutte le cactacee crescono molto bene in vasi molto piccoli.

Se scegliessi un vaso troppo grande per il tuo cactus, questo userebbe tutte le energie per espandere le sue radici nel terreno e si bloccherebbe la crescita della pianta vera e propria.

Quando ho bisogno di un vaso più grande?

Molto probabilmente una pianta ben curata crescerà, darà vita a nuove foglie e formerà un apparato radicale più grande.

E quando la tua pianta è cresciuta, per capire se c’è bisogno di un vaso più grande, controlla le sue radici.

Innanzitutto, se riesci a vedere le radici che crescono fuoriuscendo dai fori di drenaggio del vaso, allora c’è bisogno di rinvasare in un vaso più grande.

Puoi anche controllare rimuovendo delicatamente la pianta dal vaso con tutto il panetto di terra e guardando il terreno. Dovrai rinvasare se le sue radici hanno avvolto tutto il panetto di terra.

Differenza tra un vaso e un coprivaso

La maggior parte delle piante d’appartamento non cresce in acqua stagnante, quindi il tuo vaso ha bisogno dei fori di drenaggio sul fondo che permettano all’acqua in eccesso di uscire.

Se vuoi usare un vaso senza fori di drenaggio per scopi decorativi, in quel caso si parla di coprivaso dove all’interno puoi inserire il vaso vero e proprio in cui cresce la pianta.

Metti la tua pianta in un pratico vaso di plastica o terracotta e poggiala in un grazioso coprivaso.

Che materiale scelgo?

Sebbene le differenze tra i materiali dei vasi siano in gran parte estetiche, ci sono alcune distinzioni che possono influire sulla salute delle tue piante.

Vasi di plastica

I vasi in plastica sono leggeri ed economici e sono disponibili in molti colori diversi.

I vasi di plastica vanno meglio per le piante da interno, poiché alcuni tipi di plastica, in particolare la plastica nera, assorbono il calore estivo e possono cuocere le radici della tua pianta se si trovano all’esterno.

Non scegliere della plastica molto sottile: la plastica si fotodegrada, il che significa che una forte luce solare può far sciogliere il vaso.

Una soluzione al calore del sole può essere inserire il vaso di plastica in un coprivaso, così le radici saranno protette meglio dal calore.

Vasi in terracotta

I vasi in terracotta sono realizzati in argilla rossa, questi vasi sono un classico per il giardinaggio.

A differenza dei vasi in plastica, in questo caso la porosità della terracotta assorbe l’acqua dal terreno e quindi fa sì che il terreno si asciughi più velocemente.

Quindi abbina questi vasi a piante più resistenti alla siccità, come piante grasse e rosmarino, o pianifica delle annaffiature più frequenti.

In ceramica

Questi vasi sono robusti, pesanti e possono essere smaltati in un’ampia varietà di colori.

Quasi tutte le piante andranno bene in un vaso di ceramica smaltata.

I due inconvenienti in questo caso sono i prezzi più alti e la tendenza della ceramica a rompersi a temperature gelide.

Dopo aver valutato tutte le tipologie di vaso, non vi resta che scegliere il vado giusto per voi!

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Fermamente convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Di cosa parlo? Delle piante, ovviamente.