Come salvare una Dieffenbachia e creare nuove piante

La Dieffenbachia è una pianta tropicale che cresce bene in casa con molta luce indiretta.

Può tollerare anche una stanza con poca luce, anche se la sua crescita rallenterà. Ma basterà darle più luce e ricomincerà rapidamente a crescere.

È una pianta davvero semplice da tenere ma può capitare di sbagliare qualcosa o di dimenticare di curarla per molto tempo: in questo caso la pianta inizia a soffrire. Cosa puoi fare?

Scopriamo subito come salvare una Dieffenbachia e creare nuove piante.

Attenzione: la Dieffenbachia ha al suo interno una sostanza, il lattice, che può irritare leggermente la pelle; se hai la pelle sensibile indossa de guanti quando decidi di moltiplicarla.

Come capisco che la pianta soffre

Se hai trascurato la tua Dieffenbachia per tanto tempo, potresti notare che la pianta inizia a soffrire.

Anche se, bisogna dirlo, la Dieffenbachia è una pianta molto resistente che riesce a sopravvivere da sola, anche senza cure, per molto tempo.

Se la tua pianta inizia a soffrire, le sue foglie tenderanno verso il basso e non saranno alte e vive come quando l’hai portata a casa dal vivaio.

Inoltre potrebbe iniziare a perdere qualche foglia o a farle ingiallire.

Come posso salvarla

Per prima cosa devi capire perché la tua Dieffenbachia sta soffrendo: se hai dato troppa acqua, vedrai il terreno molto zuppo e quello è un segno che forse le radici stanno marcendo.

In questo caso devi rinvasare la pianta rimuovendo delicatamente tutto il terreno zuppo intorno alle radici. Puoi aiutarti con un bastoncino di legno per fare questa operazione.

Prepara un vaso pulito con del terriccio fresco a metà del vaso, inserisci la tua pianta avendo cura di inserire tutte le radici.

Copri con il resto del terreno e pressa un po’ con le mani fino a quando la Dieffenbachia non è stabile e in posizione.

Se invece la zolla di terreno è molto secca è probabile che le radici siano anch’esse secche poiché non hanno ricevuto acqua per molto tempo. In questo caso basta innaffiare per bene finché tutta la zolla risulta umida.

Ma fai attenzione che non ci sia acqua stagnante, fai scorrere bene tutta l’acqua in eccesso.

Come creare nuove piante

Un altro modo per salvare la tua Dieffenbachia, se credi che sia messa molto male, è provare a moltiplicarla creando delle nuove piante.

È molto semplice e basta avere un po’ di pazienza. Puoi tagliare lo stelo principale con un coltello sterilizzato e metterlo in un vaso con del terriccio fresco e innaffiare.

Per evitare che la parte dello stelo che hai tagliato attiri funghi e batteri, puoi mettere un po’ di cannella: così aiuterai la ferita a cicatrizzarsi.

A questo punto dovrai aspettare finché la pianta non faccia crescere nuove foglie dai piccoli nodi scuri dello stelo.

Con il resto della pianta, ovvero le foglie rimaste con circa 10 centimetri di stelo puoi creare altre piante: basterà metterle in un barattolo con dell’acqua e aspettare che spuntino delle nuove radici sempre dai nodi.

Cambia l’acqua ogni settimana per evitare che si formino delle alghe.

Quando le radici saranno lunghe abbastanza, puoi toglierle dall’acqua e metterle in un vaso con del terreno: avrai ottenuto le tue nuove piante di Dieffenbachia!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.