Trapiantare una pianta nel modo giusto: come si fa?

Il trapianto di una pianta è una fase importante che consiste nello spostare la pianta da una sede all’altra senza rovinarne le radici.

Questo può avvenire in vari momenti: quando una talea è cresciuta e devi metterla nel vaso definitivo, quando una pianta in vaso è cresciuta troppo e devi spostarla in un vaso più grande o quando decidi di mettere in giardino una pianta in vaso.

In tutti questi casi bisogna fare massima attenzione per non rovinare l’apparato radicare perché la pianta potrebbe danneggiarsi.

Quindi scopriamo subito insieme come trapiantare una pianta nel modo giusto!

Piantare in giardino piante in vaso

Se hai appena portato a casa una nuova pianta che vuoi piantare nel tuo giardino o nella tua piccola aiuola davanti casa, devi sapere come trapiantarla nel modo giusto.

Per prima cosa devi preparare la buca nel tuo giardino, scavando più o meno tanto terreno quanto è grande il vaso in cui si trova ora la tua pianta.

Quando hai preparato la buca in giardino capovolgi delicatamente la tua piantina mantenendo tra le dita gli steli. Sfila delicatamente il vaso di plastica e rimuovi un po’ di terreno intorno alle radici.

Se le radici hanno preso la forma del vaso cerca di separarle in modo che possano attecchire meglio nel terreno del giardino.

Metti la zolla della tua piantina nella buca che hai preparato e compatta il terreno finché la pianta ti sembra stabile.

Annaffia in modo da compattare meglio il terreno e cura la pianta come fai di solito.

Spostare le piante in vasi più grandi

Alcune piante d’appartamento, come la ficus elastica, la monstera o le zamioculcas possono crescere molto nel tempo.

Queste piante, crescendo, svilupperanno delle radici molto voluminose e dovranno essere trapiantate in un vaso più grande.

Quando hai bisogno di trapiantare una pianta d’appartamento in qualcosa di più grande, considera la loro velocità di crescita prima di acquistare un nuovo vaso.

La Monstera, ad esempio, cresce abbastanza rapidamente e più spesso deve essere trapiantata in un vaso più grande.

Altre piante, invece, come le zamioculcas, sono a crescita lenta e impiegano molto tempo prima di essere spostate in un vaso più grande.

Per le piante a crescita rapida, scegli un vaso che abbia un diametro più grande di 3-4 centimetri rispetto al vaso attuale.

Se la pianta cresce lentamente, invece, un vaso più grande di 2 centimetri dovrebbe bastare.

Riempi un quarto del nuovo vaso con del terreno, sfila la pianta dal vecchio vaso (con piante più grandi, questo potrebbe essere un lavoro per 2 persone) e ripianta nel nuovo vaso.

Quindi, riempi gli spazi vuoti intorno alla pianta con del terriccio. Riempi il vaso con la terra finché non è pieno fino all’orlo, quindi aggiungi un po’ d’acqua.

Trapianto di piante moltiplicate

La moltiplicazione, nota anche come propagazione, è un modo semplice per trasformare una sola pianta d’appartamento in più piante.

Non tutte le piante d’appartamento rispondono bene alla propagazione, ma molte piante, in particolare le piante rampicanti, come il pothos, si moltiplicano molto facilmente.

Sia quando moltiplichi le tue piante per talea, sia quando le moltiplica a partire dal seme, una volta cresciuti bene i germogli, devi trapiantare le nuove piantine nei vasi definitivi.

Questa è un’operazione molto delicata rispetto al trapianto di una pianta già matura perché le radici in questo caso sono cresciute da pochissimo tempo e sono molto delicate.

Stai molto attento a non danneggiarle e assicurati di non tirare le piante dal terreno (o dall’acqua se hai fatto nascere le radici in un contenitore d’acqua) in modo brusco.

Quando metti le piantine nel vaso definitivo assicurati di rendere stabili le piantine e innaffia con uno spruzzino per evitare che la pianta si ribalti con un getto d’acqua troppo abbondante.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.