Tutta la bellezza della Margherita Gigante grande quanto il palmo della tua mano

Non potrai credere ai tuoi occhi quando vedrai queste margherite grosse come il palmo della tua mano.

La loro fioritura è spettacolare non solo per il candore dei petali tipico delle margherite, ma soprattutto per le dimensioni dei fiori.

I petali allungati e affusolati si pronunciano in tutte le direzioni e le fioriture abbondanti rendono questa varietà di margherita ideale per balconi e le tue aiuole in primavera.

Il suo nome botanico è leucanthemum maximum e si tratta di un’erba perenne che può raggiungere facilmente i 75 cm di altezza. I fiori hanno un diametro fino a 10 cm.

Vediamo insieme come avere cura della margherita gigante.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Esposizione

La margherita gigante ha bisogno di una posizione in pieno sole. Tuttavia, se le estati sono piuttosto calde, è quasi meglio metterlo in un posto a mezz’ombra.

Tollera bene le alte temperature, ma non si può dire lo stesso di quelle basse. Va necessariamente protetta dal gelo e da temperature che scendono sotto i 5 gradi.

Puoi scegliere una posizione strategica a ridosso si un muro oppure sotto un albero più grande per darle ombra parziale almeno nelle ore centrali.

Terriccio

La margherita gigante ha bisogno di un terreno fertile e nutriente che rimanga umido ma senza ristagni, con un buon drenaggio.

Questo è importante perché per questa pianta l’umidità è un fattore chiave per crescere in modo abbondante.

Non ama i terreni compatti, perché non può svilupparsi bene in essi.

Quando la pianti, se si tratta del giardino o di aiuole, fai un buco profondo e largo così da darle un terriccio leggero e soffice e drenante, un terriccio più adatto dunque.

Quando innaffiare

La Leucanthemum maximum è una pianta che anche se resiste al terriccio moderatamente secco, ama l’acqua.

Devi innaffiare la pianta regolarmente. Potrebbe essere necessario innaffiarla ogni 15 giorni in inverno e ogni 2-3 giorni in estate.

Lascia sempre asciugare i primi centimetri del terriccio prima di innaffiare. Questo ti aiuterà a non esagerare.

Potatura

La margherita gigante ha bisogno di una minima pulizia, rimuovendo foglie cadute e fiori secchi in modo che non diventino la tana di parassiti e la causa di malattie.

In autunno, devi effettuare una potatura drastica in modo che possa ricominciare a fiorire e rinverdire in primavera con nuovi germogli.

Quando concimare

È importante nutrire almeno ogni 15 giorni, in primavera, con del fertilizzante liquido da somministrare con le innaffiature.

Puoi realizzare fertilizzanti fai da te a base di potassio con bucce di banana da somministrare più frequentemente. Non essendo un fertilizzante chimico non brucerà le tue margherite.

Moltiplicazione

Il modo più sicuro per moltiplicare la margherita gigante è per divisione.

La divisione della pianta non può essere fatta sempre, ma di solito avviene ogni tre o quattro anni, sempre in autunno o all’inizio della primavera.

Dividi i vari ceppi radicali e rinvasali separatamente quando la pianta avrà raggiunto una grandezza considerevole.

Parassiti e malattie

Come molte altre piante, anche la margherita gigante può essere attaccata da parassiti comuni come afidi e limacce, che attaccano principalmente le foglie e le gemme della pianta.

Per quanto riguarda le malattie, la principale ha a che fare con l’irrigazione, poiché se è eccessiva può essere fatale e causare marciume radicale.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.