Tutto quello che devi fare se la Lingua di Suocera ha fatto delle piante figlie

Foglie rigide e che svettano verso l’alto: la Lingua di Suocera, pianta grassa tra le più celebri che esistano, è un miscuglio di bellezza e particolarità. Se la scegli per la tua casa, nessuno potrà certo dirti che non è un elemento di spicco nell’arredo!

Ma chi ama questa pianta, la sceglie non solo per il suo aspetto. Resistentissima, è capace di vivere a lungo e di sopportare anche le condizioni estreme.

Quando la pianta è ormai matura e la tieni in un vaso abbastanza grande, potresti notare al lato lo spuntare di altre foglie laterali. Queste tendono a concentrarsi in veri e propri “ciuffi” un po’ distanziati dalla pianta principale.

Si tratta dei polloni, detti anche piante figlie. Vediamo insieme cosa fare!

Dissotterra la pianta

Innanzitutto, va detto che potresti lasciare la Sansevieria così come sta oppure limitarti semplicemente a rinvasarla in un vaso più grande per permetterle di crescere ancora.

In realtà, la cosa migliore è sfruttare le piante figlie per riprodurre la pianta.

Per prima cosa, quindi, dissotterra la tua lingua di suocera, aiutandoti con attrezzi da giardinaggio o, se ne sei sprovvisto, una semplice paletta.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Scava intorno alla pianta finché non potrai estrarla e, con molta delicatezza, rimuovi il terriccio intorno alle radici per poi lasciarla scivolare fuori dal vaso.

Scopri qui tutti i punti deboli di questa pianta.

Separa le radici

A questo punto viene l’operazione considerata più difficile! Devi separare le radici della pianta figlia da quelle della pianta madre.

Di solito, ti basta sfilarle via utilizzando semplicemente le tue mani. Se, però, risultano troppo intrecciate o unite, separale con delle cesoie (clicca qui per scoprire come pulirle prima di utilizzarle).

Dopo averle tagliate, puoi passare sulle radici un po’ di cannella in polvere che, con la sua azione antibatterica, aiuterà a prevenire eventuali infezioni. Leggi qui tutti gli altri utilizzi di questo alimento in giardino.

Poi, tieni le radici all’aria per almeno un giorno in modo da velocizzare il processo di cicatrizzazione.

Rinvasa

Ora che hai separato tutte le piante figlie della tua lingua di suocera, rinvasa la pianta madre e fai lo stesso con le piante figlie.

Ti conviene mettere ogni pianta figlia in un singolo piccolo vasetto, utilizzando del terriccio leggero e ben drenante. Se vuoi, puoi mettere uno strato di argilla espansa sul fondo in modo da facilitare l’eliminazione dell’acqua in eccesso.

In questo articolo puoi scoprire tutti i segreti e gli utilizzi dell’argilla espansa.

Prenditi cura delle piantine

Le tue singole piantine hanno bisogno di particolari attenzioni e cure, soprattutto nel periodo immediatamente successivo al rinvaso.

Tienile in luoghi dove la temperatura si mantiene piuttosto costante intorno ai 18 °C, alla luce solare indiretta brillante. Leggi qui per scoprire cosa significhi luce indiretta.

Innaffia con maggior frequenza rispetto a quanto fai con la pianta principale, mantenendo il terreno sempre umido e morbido. Ricorda che si tratta pur sempre, però, di piante grasse, quindi non devi esagerare. Inoltre, sospendi quasi del tutto le innaffiature nel periodo autunnale e invernale.

Un segreto di benessere di questa pianta consiste nella pulizia delle sue foglie: utilizza un batuffolo imbevuto di una miscela di acqua (500ml) e sapone di Marsiglia (30 grammi in scaglie) per mantenerle sempre lucide e rigogliose.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".