Realizza un Fertilizzante Fai da te Semplice per la Monstera per avere Foglie Sane

Bella e resistente, la monstera può essere supportata con semplici concimi fai da te che non richiedono processi laboriosi per essere realizzati.

Devi sapere che questo tipo di concime proprio perché naturale, non comporterà alcun danno alla pianta ma ne supporterà la crescita, laddove quest’ultima si mostri lenta essendo la casa un ambiente spesso ostile a molte piante.

Segui questa guida se vuoi realizzare concimi fai da te facili, da somministrare alla monstera ogni volta che vuoi.

Utilizza il riso

Un buon modo, semplice e veloce per apportare nutrienti alla tua monstera quali fosforo e potassio è quello di utilizzare il riso.

Nessuna preparazione lunga o particolarmente complicata ma basta solo riutilizzare l’acqua con cui sciacqui il riso prima di cucinarlo.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Metti 3 pugni di riso in 1 L d’acqua e aspetta qualche ora. L’acqua diventerà bianca e potrai utilizzarla versandola nel terriccio.

Riutilizza i fondi di caffè

I fondi di caffè sono ricchissimi di azoto, un elemento imprescindibile per le parti verdi delle piante. I fondi di caffè hanno anche proprietà antimicotiche, ideali per combattere ogni genere di fungo.

Prima di utilizzarli fai in modo che siano ben asciutti e che non siano stati conservati umidi per giorni. Prima devi farli sciugare con una fonte di calore, magari passandoli in forno e lasciandoli asciugare con alte temperature per alcuni minuti oppure al microonde.

In questo modo eviterai che vi siano proliferazioni batteriche che possono compromettere la salute della pianta.

Metti in infusione una buona dose di fondi di caffè in circa 500 ml d’acqua, per qualche ora, meglio se per una notte intera.

Puoi utilizzare l’intruglio innaffiando ora la monstera.

Fertilizzante con bucce di banana

Se riesci ad utilizzare bucce di banana come fertilizzante potrai apportare una buona componente di potassio alla monstera che di sicuro ne beneficerà.

Il potassio non solo promuove il trasporto dei nutrienti alla pianta ma le conferisce particolare resistenza, proprio ciò che rende la monstera un mostro di resistenza in casa, in quelle stanze anche più calde.

Sminuzza 6 o 7 bucce di banana in un contenitore ermetico e versa 1 litro e mezzo di acqua. Lascia le bucce a macerare per almeno 15 giorni, in un contenitore ben chiuso.

Tieni il contenitore in un luogo fresco, dopodiché potrai filtrare le bucce ed utilizzare quell’acqua per innaffiare la monstera.

Utilizza i lupini

I lupini apportano grande quantità di azoto ed hai addirittura più di un modo per utilizzarli come fertilizzante.

Puoi sia servirtene dopo averli essiccati e macinati e quindi spargerli sul terriccio, nei pressi della pianta, oppure interrarli con un rastrello.

La loro decomposizione farà in modo di apportare una dosa massiccia di azoto al terriccio.

Per un vaso di medie dimensioni bastano circa 50 gr di concime di lupini da aggiungere al terreno.

Non applicarlo troppo in profondità, va bene applicarlo e miscelarlo in modo uniforme nei primi 3-4 cm di terreno, altrimenti rischi di rovinare l’apparato radicale.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.