3 Segnali che la tua Orchidea sta soffrendo e come risolvere

Fai di tutto per la tua orchidea, te ne prendi cura al massimo ma c’è sempre qualcosa che può andare storto.

In genere le orchidee tendono a farti capire quando qualcosa non va e di sicuro il fatto che siano sempre vendute in vasi trasparenti aiuta molto con la diagnosi.

Dunque, è quasi sempre possibile controllare lo stato delle radici, cosa che non sempre si può fare facilmente con le altre piante, a meno che non vengano tirate fuori dal vaso.

Questo vantaggio ti permette di osservare subito i segni di un problema e di agire tempestivamente, scopriamo insieme 3 fattori di cui dovresti preoccuparti!

Radici scure

Una pianta dalle radici sane è una pianta felice e questo vale soprattutto quando si parla di un’orchidea phalaenopsis.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Se inizi a vedere qualcosa di strano nelle radici allora significa che qualcosa non va, le radici sane dell’orchidea sono verde chiaro o, se hanno bisogno di acqua, tendono al grigio argenteo.

Le radici scure invece sono spesso segno di marcescenza il che significa che hai innaffiato troppo o che hai lasciato l’acqua stagnante nel coprivaso.

Le radici scure possono essere causate anche da un’infezione da funghi e batteri, da una mancanza di luce o da scarsa aerazione nel vaso.

Fiori che cadono

Quando il ciclo di fioritura di un’orchidea phalaenopsis è terminato, è normale che uno alla volta i fiori inizino a cadere e ad appassire.

Tuttavia c’è un momento in cui questo comportamento non è normale, ovvero quando la fioritura è iniziata da poco ma vedi che all’improvviso cadono 2-3 fiori alla volta.

Se questo il tuo caso allora anche qui il problema è legato alle radici, il marciume o in generale una malattia legata alle radici provoca la caduta prematura delle fioriture.

In questo caso le radici malate non sono più in grado di trasportare acqua e nutrienti alla pianta e dunque non riescono a sostenere la fioritura.

Foglie raggrinzite

Nel caso in cui invece le foglie della tua orchidea non appaiano carnose ma abbiano un aspetto raggrinzito allora questo è il segno di un altro problema.

Le foglie raggrinzite spesso sono dovute ad una mancanza d’acqua, se vedi che le radici sono di color argento allora questa è un’ulteriore conferma che l’orchidea ha bisogno di un bagno.

In questo caso innaffia per immersione lasciando l’orchidea in acqua finché le radici non diventano verde brillante.

In realtà, le foglie aggrinzite possono essere anche dovute ad una corteccia troppo secca; un trucco, soprattutto se hai rinvasato da poco, consiste nel mettere la corteccia nuova a bagno prima di inserire l’orchidea nel vaso.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.