Prova il metodo del Barattolo per stimolare le radici dell’Orchidea

La cura di un’orchidea phalaenopsis non è difficile come sembra.

La phalaenopsis infatti è una delle orchidee più resistenti e basta davvero imparare pochi requisiti di base sulla sua cura e continuerà a fiorire anno dopo anno.

Tuttavia può capitare che per un motivo o per un altro, parte delle radici possano ammalarsi e ti troverai nella situazione di dover salvare le parti sane e dover stimolare la crescita di nuove radici.

Il metodo del barattolo ti aiuta proprio in questa ultima fase.

Vediamo come stimolare nuove radici sane in modo semplice e veloce!

Controlla lo stato delle radici

Per prima cosa controlla lo stato delle radici, se usi il metodo semplicemente per stimolare una nuova crescita puoi passare direttamente al terzo step.

Invece se la tua orchidea presenta radici malate e vuoi fare un tentativo di salvataggio stimolando nuove radici allora devi analizzare bene la condizione delle radici attuali.

Sono presenti parti sane? Se sì, l’orchidea ha molte più possibilità di sopravvivere con questo metodo.

Elimina le parti malate

Il secondo step consiste nella rimozione di parti malate per evitare che la malattia si diffonda alle restanti radici sane.

Rimuovi l’orchidea dal vaso ed elimina tutta la corteccia in cui è piantata lasciando libere le radici.

Usa delle forbici sterilizzate prima e dopo la potatura delle radici malate per evitare di diffondere l’infezione.

Solo quando dal fusto vedi solo radici verdi e sane puoi passare al passaggio successivo.

Procurati un barattolo di vetro

Procurati un barattolo di vetro che abbia il diametro d’apertura idoneo per inserire il fusto dell’orchidea al suo interno.

Saranno poi le foglie ad evitare che l’orchidea sia stabile nel vasetto.

Riempi d’acqua il contenitore: mettine tanta da permettere alle radici di essere a pelo d’acqua e non completamente immerse.

Se immergi totalmente le radici in acqua per molto tempo, la probabilità che anche queste marciscano è alta.

Posizionala alla luce

Una volta che hai preparato l’orchidea perché riceva l’umidità necessaria, non ti resta che posizionarla in un luogo luminoso.

Luce e umidità sono i due fattori essenziali perché la stimolazione delle radici avvenga in modo efficace.

Un davanzale vicino ad una finestra ben esposta alla luce del sole è la situazione ideale per aiutare le radici a crescere.

Abbi cura di filtrare la luce diretta con una tenda chiara se hai una finestra esposta a sud.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.