Nebulizzi l’Orchidea? Prova invece questi Metodi per darle più umidità

Le orchidee crescono in natura in condizioni calde e umide. Molte persone nebulizzano le loro orchidee per cercare di replicare queste condizioni e aiutare le loro orchidee a prosperare.

Ma vaporizzare le orchidee è una buona idea o potresti fare più male che bene?

La risposta è: dipende! Sicuramente ciò aumenta il rischio che l’orchidea sviluppi una malattia fungina o batterica.

Esistono modi migliori per aumentare i livelli di umidità, vediamo insieme quali sono!

Le orchidee hanno bisogno di umidità?

La maggior parte delle orchidee prospera meglio quando l’umidità è compresa tra il 40% e il 70%.

Bassi livelli di umidità possono causare problemi come crescita stentata, foglie rugose e boccioli deformati o che cadono.

Ma un’umidità eccessiva senza un flusso d’aria adeguato aumenta il rischio che la tua orchidea sviluppi malattie fungine o batteriche.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Perché non dovresti spruzzare acqua sulle orchidee

Mentre ci sono alcuni motivi per cui dovresti vaporizzare le tue orchidee, ci sono altri motivi per cui non dovresti.

Avere belle fioriture è il motivo principale per cui le persone tengono le orchidee a casa, ma i punti fungini possono rovinare l’aspetto dei fiori. Le goccioline d’acqua dovute alla nebulizzazione ne sono una delle principali cause.

Le goccioline d’acqua sui petali, in particolare in condizioni fresche, non evaporeranno rapidamente e sul petalo potrebbe svilupparsi una piccola area di malattia fungina. Questo è permanente e rimarrà per tutta la vita del fiore.

Se nebulizzi regolarmente le tue orchidee, un po’ d’acqua cola dalle foglie e si accumula nella corona e in altre aree tra le foglie. C’è il rischio che l’acqua che si raccoglie non evapori rapidamente, soprattutto in condizioni comuni all’interno delle nostre case.

Se nebulizzi le tue orchidee o le innaffi dall’alto, assicurati di asciugare l’acqua dalla corona.

Metodi alternativi per aumentare l’umidità

Ci sono modi più efficaci per aumentare i livelli di umidità intorno alle tue orchidee che possono essere fatti senza aumentare i rischi che derivano dall’appannamento.

Quello che vuoi veramente è il vapore acqueo, che aumenterà il livello di umidità dell’aria, non le goccioline d’acqua, che rimarranno sulle foglie e sui fiori delle piante. Ecco come fare!

Tieni umide le radici

Le orchidee si sono adattate per assorbire rapidamente l’acqua attraverso le loro radici quando è disponibile. Semplicemente non è necessario nebulizzare le orchidee, poiché annaffiando normalmente la pianta riceverà molta acqua.

Il modo migliore per innaffiare le orchidee, in particolare le orchidee phalaenopsis, che sono la varietà più popolare nelle nostre case, è annaffiare abbondantemente ma di rado.

Quindi, se la nebulizzazione non è una buona opzione, come dovresti mantenere i livelli di umidità al livello perfetto per le tue orchidee? Bene, in primo luogo, potrebbe essere una buona idea procurarsi un misuratore di umidità. Questi possono essere raccolti molto a buon mercato e ti aiuteranno a monitorare i livelli di umidità in modo da sapere quando è necessaria un’azione.

Usa un sottovaso

Scegli una sottovaso largo e adagiaci sopra una manciata di sassolini. Aggiungi acqua a un livello appena sotto la superficie delle pietre.

Posiziona il tuo vaso di orchidee sul sottovaso. Le radici non saranno a contatto con l’acqua, ma l’acqua evaporerà lentamente, aumentando i livelli di umidità locale, di cui la pianta trarrà beneficio.

Questa è un’opzione migliore rispetto alla vaporizzazione di acqua con uno spruzzino sulla tua orchidea, ma devi fare attenzione poiché l’acqua stagnante nel sottovaso può incoraggiare alghe e insetti.

Posiziona l’orchidea accanto ad altre piante

Poiché la maggior parte delle piante assorbe continuamente acqua dal terriccio e perde acqua attraverso le foglie a causa della traspirazione, ciò avrà un impatto positivo sui livelli di umidità nell’area circostante.

La tua orchidea può beneficiare della microclima umido creato dalle altre piante.

Usa un umidificatore

Una terza opzione è quella di procurarsi un umidificatore. Questa è una buona opzione se desideri aumentare il livello di umidità della tua casa o stanza in generale.

Ci sono molte ragioni per cui la tua casa potrebbe avere bassi livelli di umidità. I climi secchi e il riscaldamento centralizzato in inverno possono entrambi seccare l’aria nella tua casa.

L’aumento dei livelli di umidità può avere benefici per le tue piante e anche per te.

Il livello di umidità tende a raggiungere il picco di notte e sono più bassi nel pomeriggio, quando la luce solare e il calore sono al massimo. Tienilo a mente quando monitori i livelli di umidità e in particolare quando fornisci umidità supplementare alle tue orchidee.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.