L’Orchidea ha puntini neri sui fiori per questi motivi che non hai considerato

Se sei un amante delle orchidee, le infezioni fungine potrebbero essere un problema in cui puoi incorrere.

Le macchie nere sui petali causano qualche danno ai fiori dell’orchidea. Sarà frustrante per te vedere questi punti scuri sui fiori che hai coltivato così meticolosamente.

Ma qual è la causa di questo problema? Vediamo insieme cosa è successo e come risolvere al meglio!

Quale malattia causa i punti neri sui fiori?

L’umidità eccessiva sulle fioriture delle orchidee, la luce solare limitata e la scarsa circolazione dell’aria intorno alla pianta sono le principali cause della dei punti neri.

È più probabile che la malattia prenda il sopravvento dopo un lungo periodo di climi umidi e freschi. Le macchie nere, causate anche dalla botrite, sono una malattia fungina che colpisce le parti tenere delle orchidee, in particolare i fiori.

La Botrytis cinerea è il fungo responsabile di questa malattia. Preferisce temperature relativamente basse e livelli di umidità elevati.

Questo fungo impiega un breve periodo di tempo per proliferare. Pertanto, devono essere intraprese azioni immediate per controllare la malattia ai primi segni dell’infezione.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Di solito, le spore del fungo della botrite sono presenti nelle fessure e nei detriti attorno alla pianta. L’acqua diffonde queste spore e, una volta che si sono verificate le condizioni favorevoli, le spore germinano sui fiori, facendo ammalare i petali.

Identificare i puntini neri sui fiori

Se confronti i nuovi fiori, ti accorgi che la malattia si trova spesso nei fiori più vecchi. La malattia della botrite può essere trovata in una vasta gamma di generi di orchidee, ma la malattia è molto più evidente nelle orchidee Phalaenopsis e sulle Cattleya.

Nelle fasi iniziali dell’infezione, queste macchie sono visibili in piccole dimensioni, ma con il progredire dell’infezione, le dimensioni di queste macchie diventano più grandi.

Vedrai un margine rosa pallido attorno alle macchie più grandi. A volte, potresti vedere una sottile massa grigiastra, specialmente in condizioni di umidità.

Se l’infezione è grave, si possono formare macchie necrotiche su steli e fogliame e molte gemme non si apriranno. Se non riesci a curare la malattia, le macchie si fonderanno, rendendo visibile il micelio fungino e con il tempo la pianta morirà.

Metodi di prevenzione

Dovresti ispezionare frequentemente le piante. Assicurarsi che le condizioni ambientali intorno alla pianta non inducano la prevalenza della malattia.

Tieni d’occhio l’orchidea regolarmente per eventuali segni della malattia. Una volta che la pianta è stata infettata, non puoi ripristinare le parti malate.

Quindi, la prevenzione è la cosa migliore. La prevenzione dei punti neri è spesso correlata a una corretta circolazione dell’aria, a un’adeguata irrigazione e a una buona cura generale della pianta.

In ogni momento, lascia che molta aria fresca circoli intorno alle tue piante. Con una buona circolazione dell’aria, l’umidità in eccesso sulla superficie della pianta può essere facilmente rimossa.

Rimuovi fiori appassiti, fiori caduti, foglie o detriti vegetali dall’area di coltivazione. Il fungo della malattia può rilasciare ampiamente spore nell’ambiente. Se non vengono adeguatamente distrutte, queste spore possono viaggiare a grande distanza e depositarsi su altre piante sane.

L’attività del fungo patogeno è indotta dall’eccesso di acqua sulla pianta. Pertanto, le corrette pratiche di irrigazione sono molto importanti per la prevenzione della malattia. Irriga le piante di orchidea a livello del suolo. Non dovresti mai spruzzare acqua sui fiori pianta durante l’irrigazione.

Come controllare i punti neri?

Una volta che vedi i sintomi dei punti neri sui tuoi fiori di orchidea, devi agire immediatamente per controllare la malattia, altrimenti la malattia si diffonderà su tutte le piante.

Isola la pianta infetta dal resto al primo segno di sintomi e tratta le piante rapidamente. La potatura e l’applicazione di fungicidi sono i metodi più comuni per controllare la malattia.

Rimuovi i fiori infetti dalla pianta. I fiori infetti trasmettono l’agente patogeno e le sue spore. Pertanto, la rimozione dei fiori infetti è essenziale per prevenire ulteriori focolai della malattia.

Utilizzare uno strumento di potatura affilato e sterile per tagliare le parti infette. Assicurati di sterilizzare lo strumento tra ogni taglio. Questo ti aiuta a prevenire la diffusione della malattia in aree sane.

L’applicazione del fungicida è una strategia efficace per controllare l’infezione. I fungicidi uccidono le cellule vegetative o le spore e prevengono la progressione dell’infezione. Soprattutto, per trattare i fiori deve essere utilizzato un fungicida adeguato, altrimenti peggiorerai il danno.

È consigliabile spruzzare un fungicida di tipo protettivo sulle piante di orchidee, soprattutto durante le stagioni più umide prima di qualsiasi indizio dell’infezione. Puoi spruzzare il fungicida sulla parte aerea della pianta.

Rispetta rigorosamente le indicazioni fornite dal produttore quando si utilizza il fungicida. È possibile riapplicare il prodotto agli intervalli di tempo corretti (vedere l’etichetta del prodotto) secondo necessità. Di solito, l’applicazione del fungicida a intervalli di 7 giorni è l’ideale.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.