10 segreti che tutti ignorano sull’Orchidea Phalaenopsis

Le orchidee Phalaenopsis sono una delle piante da appartamento fiorite più popolari al mondo.

Hanno avuto un aumento vertiginoso di popolarità negli ultimi 20 anni grazie alla loro bellezza e alla più ampia disponibilità di queste piante da fiore.

Sono abbastanza adatte agli ambienti interni e sono sorprendentemente facili da curare.

Ma anche se sono così popolari e comuni, ci sono almeno 10 cose che potresti non sapere sull’orchidea Phalaenopsis.

Scopriamole insieme!

Non hanno bisogno di terreno per crescere

Sebbene la maggior parte delle orchidee phalaenopsis che vedi come piante d’appartamento siano coltivate in vaso, in realtà non crescono nel terreno nel loro habitat naturale.

Le orchidee phalaenopsis sono piante epifite, il che significa che si attaccano ai rami o ai tronchi degli alberi. Usano solo l’albero ospite come casa ma non sono parassiti per l’albero in alcun modo.

Se tieni un’orchidea phalaenopsis abbastanza a lungo, svilupperà più radici aeree simili a viticci che si riverseranno fuori dal vaso e si dirameranno nell’aria in cerca di acqua e sostanze nutritive.

Non essere tentato dal tagliarle, poiché sono una parte importante della pianta e rimuoverle potrebbe avere un impatto negativo sull’orchidea.

Possono bruciare al sole

Sebbene le orchidee phalaenopsis siano piante tropicali, crescono allo stato selvatico sotto la chioma degli alberi.

Sono abituate alla luce solare indiretta e non si comportano bene alla luce solare diretta.

Se sono esposte alla luce solare diretta prolungata, è possibile ottenere bruciature e segni sulle foglie e sulle radici esposte.

Scoprirai anche che le punte delle foglie possono annerirsi, le foglie sbiadiranno e diventeranno gialle.

Se noti uno di questi segni, assicurati di spostare l’orchidea in un luogo con luce meno intensa.

Sono originarie del sud-est asiatico

Le orchidee Phalaenopsis sembrano davvero esotiche e tropicali, quindi probabilmente non sorprende che siano originarie delle regioni tropicali del sud-est asiatico, come le Filippine, parti dell’Australia, Thailandia, Taiwan e Himalaya.

C’è anche un’isola al largo della costa di Taiwan che è stata ribattezzata Isola delle orchidee a causa dell’abbondanza di orchidee phalaenopsis che crescono qui naturalmente.

Sono antiche

Le orchidee Phalaenopsis c’erano già quando esistevano i dinosauri sulla terra.

Secondo i reperti fossili, le orchidee phalaenopsis potrebbero avere fino a 100 milioni di anni. Chiaramente ne deduciamo che hanno un’incredibile capacità di resistenza.

Mentre le orchidee che esistevano così tanto tempo fa probabilmente sembravano abbastanza diverse dalle orchidee che conserviamo oggi nelle nostre case, c’è comunque una chiara discendenza da questi antichi antenati alle comuni e belle orchidee di oggi.

Fioriscono per mesi

Le orchidee Phalaenopsis hanno la fioritura più lunga tra le varietà di orchidee comunemente coltivate come piante d’appartamento.

Quando prendi un’orchidea phalaenopsis al negozio, puoi aspettarti che fiorisca per almeno 2 mesi ma può arrivare fino a 6 mesi.

Per questo non è difficile capire perché sono la pianta d’appartamento fiorita più venduta in molte regioni del mondo.

Un consiglio importante per garantire che la tua orchidea phalaenopsis fiorisca il più a lungo possibile è acquistarne una che abbia ancora molti boccioli chiusi.

Se riesci a resistere alla tentazione di acquistare una pianta in piena fioritura, puoi prolungare la fioritura della tua pianta di molte settimane.

Producono nuove piante lungo gli steli

Se sei fortunato, la tua orchidea potrebbe iniziare a sviluppare una nuova orchidea proprio sullo stelo da fiore della pianta madre.

Questi sono spesso chiamati keiki, nel tempo cresceranno foglie e radici e si svilupperanno in piante di orchidee adulte a tutti gli effetti.

Una volta che le radici crescono di circa 2-3 cm di lunghezza, possono essere separati con cura dalla pianta madre e messi in vaso.

Il profumo è più pronunciato all’alba

Non tutte le orchidee phalaenopsis producono una fragranza, ma di quelle che lo fanno, di solito il profumo si sente di più all’alba.

Le orchidee bianche non producono alcun profumo, ma molti degli altri colori dell’orchidea producono un profumo delicato e dolce che troverai sicuramente più persistente al mattino.

Non c’è di meglio che svegliarsi con il profumo dei fiori in casa.

Un tempo erano rare e costose

Le orchidee phalaenopsis erano molto costose e difficili da trovare.

Tra i motivi c’era la difficoltà di cura e perché richiedevano tempo per crescere da zero.

Possono essere necessari molti anni prima che una nuova pianta passi da seme alla forma di pianta matura e fiorita che conosciamo.

Le orchidee phalaenopsis oggi prodotte vengono coltivate in grandi quantità ​​per circa un anno in laboratorio, prima di essere trapiantate in serra per altri due anni.

E solo dopo che sono abbastanza grandi da produrre fiori vengono vendute.

Sono le piante fiorite più famose al mondo

La vendita di orchidee phalaenopsis è cresciuta rapidamente dalla fine degli anni Novanta.

Questo perché in quel periodo le tecniche di coltivazione di piante destinate alla vendita furono perfezionate.

Ogni anno in Europa vengono prodotte circa 100 milioni di orchidee phalaenopsis.

Possono vivere per decenni

Con una buona cura, un’orchidea phalaenopsis può vivere per decenni.

Ci sono anche alcune orchidee oggi che sono vive da oltre 100 anni.

Quindi, quando acquisti un’orchidea come regalo, o per rallegrare la tua casa, potrebbe diventare un cimelio di famiglia, tramandato di generazione in generazione!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.