Che cosa significa luce solare indiretta?

Se hai piante in casa e hai mai cercato i consigli su come coltivarle, potresti aver incontrato la frase “luce solare indiretta”.

Di solito questo termine non è spiegato chiaramente, quindi può essere difficile sapere esattamente di cosa si tratta.

Non è sempre facile sapere se la tua pianta riceve la giusta quantità di luce e questo può essere un problema se ci tieni ad avere piante sempre sane e coltivate nel modo giusto.

Ma allora che cosa significa luce solare indiretta per le piante? È proprio quello che voglio spiegarti in questo articolo.

Differenze tra luce diretta e indiretta

Una delle cose che crea confusione sulla giusta illuminazione per le piante è la differenza tra luce diretta e luce indiretta.

Vediamo insieme quali sono le differenze.

Luce diretta

La luce solare diretta è un concetto molto semplice, ovvero questo tipo di luce si ottiene quando una pianta riceve i raggi solari in modo diretto e senza filtri posti tra la pianta e il sole.

Tuttavia, potresti non renderti conto di quanti oggetti ostacolano la luce solare diretta durante il giorno: pensa ai rami degli alberi, alle case o a qualsiasi cosa che frappone tra le piante e il sole.

Ovviamente la luce diretta, ovvero i raggi che colpiscono una pianta, se sono filtrati da una finestra sono meno intensi della luce solare diretta in balcone, ma si tratta ugualmente di luce diretta.

Luce indiretta

La luce solare indiretta è quando la pianta si trova in un ambiente pieno di luce ma i raggi del sole non la colpiscono direttamente.

Un esempio di luce solare indiretta è la luce che filtra attraverso una tenda o quella che riceve una pianta che si trova in un portico ombreggiato.

Come capire di che luce si tratta

Oltre ad aver capito la definizione di luce solare indiretta e indiretta, è molto utile sapere come distinguere che tipo di luce sta ricevendo la tua pianta.

Un modo pratico per capire se la tua pianta è esposta alla luce solare diretta o indiretta è la tecnica dell’ombra che ti consente di valutare il tipo di luce solare in base all’ombra proiettata dalla pianta.

  • Un’ombra ben definita senza bordi sfocati indica che la tua pianta è esposta a luce solare diretta.
  • Un’ombra debole con bordi sfocati indica che la tua pianta riceve luce solare indiretta perché il sole non colpisce la pianta frontalmente e quindi non produce un’ombra perfetta e definita.
  • Un’ombra che a stento si vede invece, indica che si tratta di scarsa illuminazione. C’è ancora della luce per creare un’ombra, ma è molto debole.

Queste sono buone regole pratiche da tenere a mente quando si ha a che fare con le piante.

Alcuni fattori da considerare

Come abbiamo già visto, la luce indiretta si ottiene quando qualcosa ostacola il percorso del sole, come i rami degli alberi o qualsiasi altra cosa che si trovi tra la pianta e il sole.

La luce indiretta intensa può anche includere quei casi in cui la pianta è posizionata in un’area che non è direttamente di fronte a una finestra ma ad esempio al centro della stanza.

Altri fattori influenzano la luce come ad esempio le stagioni, l’ora del giorno e le condizioni meteo che ostacolano il sole.

Ad esempio, in inverno, potresti posizionare la tua pianta vicino ad una finestra ma comunque non ottenere una luminosità forte.

Le mie piante ricevono abbastanza luce?

La quantità di luce necessaria a una pianta varia in base alla specie.

Le piante grasse ad esempio hanno bisogno di più luce rispetto a piante come la sansevieria che può sopportare anche una luce scarsa.

In caso di dubbio, è meglio informarti sui bisogni di luce di una pianta prima di acquistarne una, per capire se in casa tua potrà crescere felice o soffrire.

Tutte le piante sono diverse, quindi non tutte le piante mostrano gli stessi sintomi se ricevono una luce sbagliata per loro.

Sintomi di illuminazione scorretta

In generale, però, molte piante mostrano alcuni precisi sintomi se sono colpite da troppa o poca luce:

  • Se ricevono troppa luce: in questo caso le foglie si bruciano. Noterai macchie marroni e foglie bruciate. Se succede, spostala immediatamente in un’area meno illuminata.
  • Se ricevono poca luce: ci saranno problemi nella crescita che sarà molto lenta perché non hanno l’energia di cui ha bisogno dalla fotosintesi. Spostala in un’area dove riceve più luce.

Inoltre, una domanda comune è: se un luogo riceve poche ore di luce diretta al giorno, ma è principalmente esposto a luce indiretta, è adatto per una pianta che ha bisogno di luce indiretta?

Di solito, la risposta a questa domanda è sì. Una pianta che vuole luce indiretta di solito può ricevere anche poche ore di luce diretta al giorno.

Come regola generale, dovresti cercare di mantenere meno di quattro ore di sole diretto. Ovviamente dipende anche dal tipo di pianta di cui parli.

Spero di averti chiarito qualche dubbio anche se, come hai visto, si tratta di una scienza imperfetta e potresti dover fare degli esperimenti per trovare le condizioni di crescita perfette per ogni pianta.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.