Perché la tua orchidea ha le foglie arricciate

Solo guardando le foglie dell’orchidea, puoi capire qual è la salute della tua pianta. Foglie appassite, macchie, fiori esauriti e foglie scolorite raccontano una storia.

Può capitare infatti di notare che la foglia centrale appare arricciata, come se fosse attorcigliata su se stessa.

In questo caso la foglia non risulta molle o floscia, ma risulta soltanto ripiegata su se stessa.

Ma quali sono i motivi dell’arricciatura e della torsione della foglia dell’orchidea?

Scopriamolo insieme!

Cambiamento di luce

Le orchidee hanno bisogno della luce del sole per crescere.

In natura, la luce del sole che raggiunge le foglie viene filtrata, dovendo passare attraverso migliaia di foglie degli alberi, dunque il sole diretto difficilmente raggiunge le foglie.

Le foglie di orchidea dunque cresceranno verso la fonte di luce più brillante, cercando di massimizzare la loro crescita.

Anche le piante d’appartamento faranno la stessa cosa quando hanno bisogno di più luce. Hai mai visto le foglie di uno spatafillo che si inclinano verso la finestra? Ciò significa che preferirebbero una posizione più luminosa all’interno della tua casa.

Poiché le orchidee sono piante a crescita lenta, le loro foglie non si inclinano e non si arricciano tanto quanto uno spatafillo, ma ciò non significa che non si arriccino affatto.

Questo accade perché spesso dopo l’irrigazione, giriamo i loro vasi. Quella che una volta era una foglia rivolta verso il sole, ora è rivolta verso il divano del soggiorno.

L’orchidea proverà lentamente a spostare le foglie, ma le foglie di Phalaenopsis sono estremamente spesse e richiedono tempo.

Se ruoti spesso il tuo vaso, la foglia soffrirà, arricciandosi su se stessa.

In sintesi, innaffia la tua orchidea ma ricordati di come il vaso si trovava sul davanzale della finestra prima di annaffiarlo.

Tieni sempre l’orchidea nella stessa direzione, così le foglie non avranno bisogno di girare.

Substrato errato

Quando la tua orchidea è in vaso in una miscela che non fornisce stabilità, qualcosa a cui le radici aderiscano, la tua orchidea oscillerà nel vaso finché non troverà quella stabilità di cui ha bisogno.

Questo supporto instabile e incerto fa sì che l’orchidea cerchi un altro modo per smettere di muoversi: le foglie.

Le foglie di orchidea si arricciano e si attorcigliano in un’altra posizione se scoprono che questa nuova posizione impedisce loro di inclinarsi.

Per mantenere una corretta stabilità ed equilibrio, la foglia di orchidea si arriccia, stabilizzandosi all’interno del vaso.

Questa è una risposta naturale a come crescono in natura. Sulla cima degli alberi, annidate sulla corteccia dell’albero, le orchidee svilupperanno radici che si attaccano alla corteccia.

Le radici stabilizzano le orchidee in natura. Quando ciò non è possibile, usano le loro foglie per dare un senso di stabilità e si gireranno e si arricceranno finché non troveranno una posizione per smettere di oscillare.

Parassiti e insetti

A seconda delle dimensioni e della forma dell’arricciatura della foglia, i parassiti che succhiano i nutrienti dalla foglia possono far arricciare la foglia dell’orchidea.

I parassiti e gli insetti sono molto attratti dalla linfa dell’orchidea e l’alto contenuto di cibo che si incontra nelle foglie è particolarmente appetitoso per loro.

Se questi parassiti, come afidi e cocciniglie, vengono lasciati sulla foglia per lunghi periodi di tempo, il punto in cui hanno danneggiato la foglia potrebbe arricciarsi.

Ciò accade perché le strutture cellulari sono danneggiate e la foglia non può sostenere una copertura protettiva diritta sull’esterno della foglia, dunque si arriccia.

Questo accade anche perché la linfa che un tempo circolava all’interno delle foglie attraverso il tessuto vegetale non circola più e la pianta non può ricevere più nutrienti in quella porzione di pianta.

L’arricciatura della foglia dell’orchidea in presenza di parassiti è diversa dall’arricciatura della foglia intera, che cerca luce o cerca di posizionarsi meglio.

La parte attorcigliata della foglia si avrà solo dove gli insetti hanno danneggiato le cellule vegetali.

Altre cause dell’arricciatura delle foglie

Se la tua orchidea sta cambiando colore e ingiallisce, avvizzisce, appare complessivamente cadente, le cause non sono quelle menzionate sopra.

Nei casi che ti ho descritto finora, le foglie sono ancora sode, verdi e robuste. Quando la foglia inizia a presentare nuovi sintomi oltre all’arricciatura, potrebbe significare che hai un altro problema.

Il principale responsabile è un fungo, che entrerà attraverso le radici e prosciugherà il sistema vascolare, non permettendo all’orchidea di ricevere più sostanze nutritive.

Il fungo inizierà a diffondersi nelle radici e, a differenza del marciume radicale batterico, il fungo viaggia verso l’alto attraverso la pianta, distruggendo tutto sul suo cammino.

Il fungo impedirà ad ulteriori sostanze nutritive di raggiungere la foglia e l’intera foglia appassirà, ingiallirà, si arriccerà e alla fine cadrà.

A questo punto, è davvero difficile trattare l’orchidea e salvarla. Una volta che il fungo si deposita, il problema è generalizzato.

L’ultimo motivo per cui la tua foglia di orchidea potrebbe arricciarsi è l’eccessiva irrigazione.

In questo caso, la foglia di orchidea si arriccia proprio sulle punte.

Una volta che hai capito cosa è successo, sei sulla buona strada per risolvere il problema.

Il rovescio della medaglia è che una volta che una foglia di orchidea si arriccia, non si raddrizza in seguito.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.