5 varietà di Orchidea più belle da tenere in casa

Quando pensiamo alle orchidee visualizziamo subito nella mente le classiche phalaenopsis, ma le orchidee hanno tantissime altre varietà che forse non conosciamo.

La cosa unica delle varietà e dei generi di orchidee è che i fiori hanno forme uniche e tra loro completamente diverse.

Petali tondeggianti o nastriformi, colori netti o sfumature particolari, alcune hanno fiori che emanano un delicato profumo, altre no: è impossibile star dietro a tutte queste caratteristiche!

Per questo scoprirai quali sono le 5 varietà di orchidea più belle da tenere in casa!

Orchidea phalaenopsis

Impossibile non citarla, l’orchidea phalaenopsis è quella che hai incrociato almeno una volta nel supermercato sotto casa o che hai regalato per una inaugurazione.

La phalaenopsis ha petali grandi e tondeggianti e per via della sua popolarità sono stati ricavati tantissimi esemplari ibridi dai colori più bizzarri: il classico bianco, il rosa, il giallo o il blu elettrico, ma potremmo continuare all’infinito.

La phalaenopsis non è popolare solo per la sua bellezza, ma è diventata così comune perché si può dire che sia la più semplice da coltivare.

Basta posizionarla in casa davanti ad un davanzale luminoso e bagnare le radici per immersione non appena vedi che prendono un colore grigiastro e il gioco è fatto!

Rifioriranno ogni anno e ti daranno tantissima soddisfazione!

Orchidea Oncidium

Gli Oncidium appartengono ad una grande e diversificata famiglia di orchidee il cui nome comune deriva dalla forma del fiore arruffato.

Sebbene queste orchidee siano principalmente epifite (ovvero che crescono sugli alberi), i loro habitat sono così diversi che possono essere una delle orchidee più impegnative per i principianti.

Per aiutare il tuo Oncidium a crescere, devi tenere a mente alcuni semplici consigli per la coltivazione.

Gli Oncidium sono orchidee che amano la luce e alcune sono in grado di sopportare il sole diretto e pieno.

Come tutte le orchidee, un Oncidium che riceve abbastanza luce avrà foglie verde chiaro. Le orchidee invece che non ricevono abbastanza luce avranno foglie verde scuro.

La necessità di acqua può variare ampiamente ma una buona regola generale è che gli Oncidium con radici e foglie più spesse avranno bisogno di essere annaffiati con una frequenza diversa di quelli con foglie più sottili.

Le piante dovrebbero essere annaffiate accuratamente con acqua a temperatura ambiente ogni due-dieci giorni, quando il terreno di semina è quasi asciutto.

Una volta che un Oncidium ha finito di fiorire, lascia che i fiori cadano da soli e aspetta di tagliare il gambo finché non è completamente morto. Potrebbe fiorire di nuovo!

Orchidea Cattleya

Le orchidee Cattleya sono state ampiamente ibridate, portando ad una grande varietà di colori e forme.

Molte orchidee Cattleya hanno puntinature, striature o altre caratteristiche bicolori accattivanti.

Alcune varietà sono piuttosto profumate e sono le orchidee da bouquet più popolari.

Normalmente viene coltivata come pianta da appartamento e ha bisogno di luce indiretta brillante o di un luogo esterno luminoso ma ombreggiato.

Orchidea Dendrobium

Le fioriture ricchissime delle orchidee Dendrobium sono davvero uniche.

Con oltre un migliaio di specie incluse in questo grande genere di orchidee, le orchidee Dendrobium sono però conosciute per le varietà più comuni che troverai in commercio: quelle dai fiori bianchi, gialli o lavanda.

Normalmente il dendrobium viene coltivato come pianta da appartamento e ha bisogno di molta luce indiretta per sostenere le ricche fioriture.

Orchidea Miltonia

È facile capire perché l’orchidea Miltonia venga soprannominata anche orchidea del pensiero.

Le fioriture di questa orchidea sfoggiano le stesse caratteristiche dei fiori delle viole del pensiero tanto da poter essere addirittura confuse.

Tuttavia, a differenza delle viole del pensiero, le orchidee Miltonia continuano a fiorire dalla tarda primavera all’estate.

Ci sono 12 dodici specie epifite all’interno di questo genere, oltre a diversi ibridi naturali.

Anche questa è coltivata come pianta da appartamento e anche in questo caso dovrai posizionarla vicino ad una finestra luminosa.

Puoi mettere la Miltonia anche all’esterno ma in una posizione ombreggiata come un portico.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.