Se il Basilico ha le foglie flosce, il problema può non essere il caldo

Le piantine aromatiche, oltre a metterci di buon umore con il loro profumo, sono molto utili per la preparazione di piatti e pietanze in cucina.

Tra le più profumate c’è sicuramente il Basilico: questa pianta perenne ha foglie un po’ ruvide al tatto, abbastanza grandi e dal profumo davvero inconfondibile.

Proprio queste sue foglioline possono, a volte, afflosciarsi. La colpa viene spesso attribuita al caldo, ma non sempre è così.

Vediamo le diverse cause alla base di questa problematica e come fare per risolvere.

Alte temperature

Quando le foglie del Basilico appaiono flosce e siamo nella stagione calda, sicuramente uno dei problemi può essere l’alta temperatura.

Quando questo accade, però, dovremmo trovare anche altri indizi come macchioline o bordi tendenti al marrone, sintomo di un’eccessiva esposizione solare abbinata a temperature superiori ai 28-30 °C.

Inoltre, se si tratta del caldo, solitamente anche gli steli e non solo le foglie appaiono un po’ piegati.

La soluzione, in questi casi, consiste nello spostare il basilico in un luogo più fresco. In genere, la temperatura ottimale non dovrebbe superare i 26 °C.

Non è sbagliato portare questa pianta all’interno, se le temperature in casa sono più fresche.

Sapete che potete moltiplicare il basilico in modo molto semplice? Ecco come funziona il metodo del bastoncino.

Poca acqua

Foglie flosce nel nostro basilico possono anche indicare una carenza d’acqua.

Ricordiamo di innaffiare questa pianta con regolarità, controllando che il terreno sia perennemente umido.

Una buona modalità di innaffiatura è quella per immersione che consiste nell’immergere la piantina in una bacinella o un lavandino con almeno 5-6 cm d’acqua e lasciarla così per 20-30 minuti.

In questo modo, la pianta assorbirà tutta l’acqua di cui ha bisogno.

Se, invece, decidete di innaffiare il basilico con un classico innaffiatoio, fate attenzione nel bagnare solo il terreno senza bagnare le foglie.

Quali sono le varietà più profumate di questa pianta? Leggete qui per scoprirlo.

Troppa acqua

A volte il problema può essere l’inverso: un’eccessiva innaffiatura.

Presi dal panico per le temperature alte, qualche volta commettiamo l’errore di innaffiare il nostro basilico anche quando non ce n’è bisogno.

In tal caso, oltre ad afflosciarsi, le foglie tendono a scurirsi, diventando più gialle o di un colore tendente al nero.

Per non sbagliare, controllate sempre prima il terreno ed accertatevi che sia sempre umido ma mai bagnato.

Avete trovato dei parassiti su questa piantina? Seguite questi utili consigli.

Acqua fredda

Un errore molto comune è quello di utilizzare, per innaffiare il nostro basilico, dell’acqua eccessivamente fredda rispetto alla temperatura ambientale.

Fare questo può causare uno shock termico alla pianta. Le conseguenze? Le foglie si afflosciano e cadono.

Utilizzate sempre dell’acqua a temperatura ambiente o fresca, ma non fredda. Inoltre, sarebbe ottimale utilizzare acqua distillata o comunque non calcarea.

Conoscete il basilico riccio? Qui trovate i suoi segreti.

Poche sostanze nutritive

Un’altra possibile causa delle foglie flosce è data dalla carenza delle sostanze nutritive di cui il basilico ha bisogno.

Questo accade soprattutto se non rinvasiamo la pianta da un po’ di tempo e se ci siamo dimenticati di concimarla.

Importante, nel periodo primaverile ed estivo, è concimare questa pianta con un fertilizzante equilibrato a base di azoto, fosforo e potassio da somministrare secondo le indicazioni presenti sulla confezione del prodotto (di solito ogni 2-3 settimane).

Tra i fertilizzanti più adatti ci sono quelli liquidi che vanno diluiti nell’acqua di innaffiatura. Utilizzateli e vedrete le foglie tornare turgide, sane e rigogliose.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".