Le Varietà più profumate di Basilico

Sai qual è la varietà di basilico più profumata?

Di sicuro tra le varietà più conosciute ci sono alcune che emanano un profumo inebriante e senza dubbio possono insaporire i tuoi piatti senza alcuna difficoltà.

Per alcune specialità il basilico è immancabile, e nei mesi caldi non può di  certo mancare sui nostri balconi una piantina di basilico tra le nostre aromatiche.

Vediamo quale può essere la più profumata varietà di basilico.

Basilico genovese

Il basilico genovese è la varietà di basilico per eccellenza, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per il suo dolce e inebriante profumo.

La sua resistenza al sole e la grande richiesta di luce, la sua grande richiesta di acqua e di un terriccio umido lo rendono perfetto per i nostri balconi.

Apprezza particolarmente un terriccio nutriente e soffice, che possa garantirgli una crescita sana e rigogliosa.

Basilico greco

Il basilico greco noto anche con il nome di Minimun basilicum è una pianta originaria dell’India, appartiene alla famiglia delle Lamiaceae.

Ha una crescita cespugliosa e le sue foglioline sono piccole ed allungate.

In quanto a profumazione questa è forte e molto simile a quello genovese anche se meno pungente e ancor più dolce, seppur le foglie siano diverse.

Ha la caratteristica di tollerare meglio delle altre specie le basse temperature ma condivide con queste la richiesta di terriccio umido e nutriente, soffice e ben arieggiato.

Basilico limone

La varietà ocinum basilicum citrodorum , è tra le varietà più curiose e profumate, conosciuta come basilico limone per il suo sapore e profumo che ricorda quello del limone.

A partire dai mesi primaverili il basilico limone apprezza particolarmente la luce diretta del sole. Il periodo primaverile è ancora sicuro per le foglie che non bruciano vista il calore del sole non ancora pronunciato.

Anche se è tra le varietà che tollera di più il freddo, dovresti tenere la piantina al riparo in pieno inverno, soprattutto quando le temperature scendono sotto i 10 gradi.

Vista la sua necessità di un terriccio umido, garantisci al tuo basilico una miscela porosa e drenante, una miscela che sia leggera, soffice.

Basilico thailandese

Con le sue foglie dai bordi seghettati, quella del basilico Thailandese è tra le varietà più profumate e particolarmente speziata, utilizzata per insaporire cibi esotici.

Ha bisogno di tanta acqua e quindi un terriccio ben drenante. Inoltre, le piante di basilico tailandese mature hanno bisogno di una lunga esposizione alla luce solare: devi riuscire a trovare un posto soleggiato con almeno 6 ore di luce solare diretta.

Nella stagione calda potrebbe essere necessario innaffiare le piante di basilico tailandese due volte al giorno. Controlla il terriccio ogni giorno aiutandoti con le dita.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.