Erbe aromatiche: i metodi per congelarle nel modo giusto

Il congelamento delle erbe fresche dal tuo giardino offre un modo per prolungare la generosità dell’estate.

Anche se l’essiccazione delle erbe è un metodo di conservazione comune, le erbe con un alto contenuto di acqua possono marcire o ammuffire prima che si secchino.

Quindi per queste erbe, tra cui basilico, erba cipollina, menta, aneto e coriandolo, il congelamento è in genere un’opzione migliore.

Nel processo di congelamento le foglie si afflosciano, ma gli oli essenziali mantengono intatto il loro sapore per mesi.

E a differenza delle erbe essiccate e del loro sapore concentrato, le erbe congelate (una volta scongelate) possono essere utilizzate nella stessa proporzione di quelle fresche.

Quando congelare le erbe fresche?

Durante l’estate, la maggior parte di noi si ritrova con più erbe di quante ne possa usare.

Tuttavia, per mantenere la crescita della pianta, le erbe devono essere raccolte regolarmente prima di lasciarle creare i semi.

È in questo momento che i metodi di conservazione tornano utili, così le erbe fresche non vanno sprecate.

Per un gusto migliore, raccogli e congela le erbe in piena estate, quando la pianta raggiunge il suo massimo splendore.

E nota che le erbe raccolte al mattino hanno il sapore più intenso prima che il caldo del giorno le appassisca leggermente.

Congelare le erbe fresche in singole foglie

Congelare le erbe come singole foglie richiede un po’ più di tempo in anticipo per separare ogni foglia.

Tuttavia, quando arriva il momento di cucinare e usarle, le erbe sono facili da dosare e possono essere utilizzate in modo quasi identico alle erbe appena tagliate.

Inoltre, le erbe conservate piatte in sacchetti con cerniera occupano meno spazio nel congelatore.

Quando la tua pianta aromatica è al culmine della sua stagione di crescita (e appena prima della fioritura), taglia la sezione superiore delle foglie da ogni gambo.

Distribuisci le singole foglie su una teglia per biscotti o un piccolo vassoio adatto al congelatore e assicurati che le foglie siano il più piatte possibile lasciando un po’ di spazio tra ciascuna.

Copri il vassoio di foglie con carta oleata (preferibile) o pellicola trasparente: il rivestimento mantiene pulite le foglie e impedisce loro di cadere dal vassoio.

Congela le erbe per almeno due ore o per tutta la notte.

Quando le foglie sono congelate, rimuovile dal vassoio, mettile in sacchetti per alimenti con cerniera e rimettile nel congelatore. Poiché sono già congelate, le foglie non si attaccano tra loro nei sacchetti.

Congelare erbe fresche come cubetti di ghiaccio

Congelare le erbe a cubetti occupa più spazio nel congelatore rispetto al congelamento delle singole foglie.

Ma il risultato produce porzioni pronte da usare in una ricetta.

Raccogli le erbe usando lo stesso metodo che useresti per congelare le singole foglie.

Passa i gambi delle erbe sotto l’acqua fredda e scuoti l’umidità in eccesso: mettile tra due tovaglioli di carta e asciugali.

Fai attenzione a rimuovere quasi tutta l’acqua prima del congelamento. Quindi, stacca le foglie da ogni gambo.

Puoi congelare le foglie intere, ma tagliarle ti permette di incorporarle facilmente nelle ricette. Un’opzione è aggiungere 1 cucchiaio di erbe tritate in ogni spazio in un vassoio per cubetti di ghiaccio.

Una volta che le erbe sono state inserite nella vaschetta, riempi ogni cubetto a metà con acqua. Assicurati che tutte le foglie siano immerse nell’acqua e congela la teglia per almeno un’ora.

Una volta che i cubetti di ghiaccio sono congelati, rabbocca ogni vassoio con acqua e riponi la teglia nel congelatore.

Quando sei pronto per usare le tue erbe in una ricetta, aggiungi semplicemente il numero di cubetti di ghiaccio proporzionati che il tuo piatto richiede.

L’acqua in eccesso di solito non fa la differenza nella maggior parte delle ricette, soprattutto nelle salse.

Suggerimenti per congelare correttamente

Indipendentemente da quale metodo usi per congelare le tue erbe aromatiche, assicurati di raccogliere le foglie più sane.

Evita di usare le foglie più vecchie nella parte inferiore della pianta, insieme a foglie marroni o masticate dagli insetti.

Il sapore delle foglie più vecchie o danneggiate non vale lo sforzo di congelarle.

Se stai congelando singole foglie e hai poco spazio nel congelatore, usa piatti di carta impilati l’uno sull’altro per il processo di congelamento invece di una grande teglia.

Le erbe con steli legnosi, come l’origano, il rosmarino e il timo, contengono un basso contenuto di acqua. Di conseguenza, sono meglio essiccati che congelati.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.