Piante aromatiche, come curarle in inverno

Profumate e utilissime in cucina: le piante aromatiche sono tra le piantine più amate da tenere a casa.

Basilico, timo, rosmarino, menta: in molti amano tenere queste piante in piccoli vasetti sul balcone o sui davanzali delle finestre.

Oltre a emanare un gradevole profumo e a essere belle alla vista, infatti, alcune di queste piantine, proprio grazie al loro odore, tengono lontani alcuni insetti come le zanzare.

Ma in inverno è altrettanto facile mantenere in salute queste piantine o occorre qualche attenzione particolare?

Scopriamolo insieme.

Attenzione: se avete dubbi o perplessità, potete chiedere consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Rosmarino

Probabilmente la più resistente tra le erbe aromatiche: parliamo del rosmarino.

Il suo profumo è meraviglioso e inconfondibile. Ma, oltre al profumo, c’è di più!

Questa pianta, infatti, è tanto profumata quanto resistente: il rosmarino resiste anche a temperature molto basse.

Ragion per cui potete tenerla all’esterno anche durante l’inverno.

L’unica accortezza che dovete tenere: se qualche fogliolina dovesse gelare, tagliatela via all’inizio della primavera.

Timo

Non altrettanto resistente è, invece, il timo.

Questa piantina, in inverno, tende a perdere le sue foglioline, in quanto è molto sensibile all’abbassamento delle temperature.

Dovete proteggerla mettendola al riparo da freddo e intemperie: se la tenete sul balcone o in terrazza, con l’arrivo del freddo entratela in casa oppure proteggetela con un telo.

Solitamente, il timo riacquista un aspetto sano e rigoglioso solo con la primavera, ragion per cui non vi resta che essere pazienti!

Basilico

Un’erba immancabile per chi ama le piantine aromatiche, il basilico è famoso per essere un elemento fondamentale di alcuni piatti in cucina.

Ma come dobbiamo proteggere quest’erba aromatica in inverno?

Il basilico non sopporta le basse temperature che possono causarne anche la morte. Per questo, in inverno, dovete portare la piantina in casa mettendola su un davanzale assolato.

In molti consigliano, invece, di sradicare la pianta e conservare le foglie per l’inverno congelandole.

La piantina di basilico, inoltre, ha normalmente bisogno di molta acqua.

In inverno, però, va innaffiata di meno: limitatevi a verificare che il terriccio resti umido.

Salvia

Un’altra piantina aromatica molto amata è la salvia.

Non si tratta di una piantina particolarmente delicata: l’importante è che mettiate il suo vaso al riparo da venti e spifferi che possono causare un ingiallimento delle foglie.

Se le temperature sono molto rigide, c’è il pericolo che il terriccio possa ghiacciare. In tal caso, proteggete la pianta con un telo traspirante o portandola in casa.

Alloro

Considerato sacra dagli antichi, l’alloro è un’erba dal profumo intenso ed elegante.

Si tratta di una piantina resistente e che non teme le basse temperature.

Se, però, la temperatura scende sotto i 7 °C, riducete le irrigazioni al minimo e controllate sempre lo stato del terreno: se ghiaccia, dovete entrare la piantina in casa.

Origano

Un’erba aromatica dalle molte proprietà benefiche: l’origano è una pianta che cresce con il caldo e l a luce.

In inverno, quindi, è sempre meglio proteggere questa piantina portandola in casa e mettendola sul davanzale di una finestra.

Se preferite tenerla sul balcone, mettetela in un luogo poco esposto alle intemperie e, in particolare, al vento.

Prezzemolo

Così come il rosmarino, anche il prezzemolo è una pianta aromatica molto resistente e che, anzi, a volte con il freddo cresce meglio.

Se le temperature scendono molto, sotto i 5 °C, proteggete la piantina con un telo traspirante oppure portate la piantina in casa.

Ricordate, inoltre, che la raccolta delle foglie va fatta, solitamente, nel periodo che va da marzo a dicembre, mentre è meglio sospenderla in pieno inverno.

Lavanda

Viene considerata la piantina aromatica dal profumo più bello: la lavanda.

Si tratta di una piantina molto resistente che, più che il freddo, teme i ristagni d’acqua.

Perciò evitate di tenerla esposta alle intemperie, collocando il vaso in una posizione dove non può essere raggiunta dall’acqua in caso di piogge.

Inoltre, non dimenticare di potare la tua piantina sia a fine marzo che a fine settembre per evitare un suo invecchiamento precoce e averla sempre rigogliosa e profumata.

Menta

Profumo e sapore freschi: è il caso della menta.

In inverno, la piantina di menta tende a perdere le foglioline: non spaventatevi, si tratta di un fenomeno più che normale!

Però, quando le temperature scendono molto, dovete proteggere le vostre piantine coprendole con un telo traspirante oppure portandole all’interno e mettendole su un davanzale assolato.

Attenzione, poi, alle innaffiature: in autunno e inverno queste vanno sospese quasi del tutto!

Gianluca Grimaldi
Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".