Sai davvero come e quando raccogliere le Erbe Aromatiche per ottenere risultati migliori?

La coltivazione di erbe aromatiche come basilico, timo, rosmarino e prezzemolo è essenziale se sei un giardiniere che ama anche cucinare.

La maggior parte delle erbe aromatiche sono facili da coltivare in aiuole e vasi e possono essere raccolte durante i mesi estivi.

Raccogliere le erbe aromatiche non è difficile, tuttavia dovresti sapere qual è il momento giusto per farlo in modo da conservare il massimo dell’aroma e del profumo.

Scopriamo insieme quando dovresti raccogliere le erbe aromatiche per avere risultati migliori!

Periodo dell’anno

In genere si consiglia di aspettare fino alla fine dell’estate per raccogliere le erbe aromatiche da essiccare. Tuttavia, considera che alla fine dell’estate le piante sono esauste e la maggior parte dell’aroma è sparito.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Invece è meglio tagliare le erbe quando gli oli, che sono responsabili del sapore delle aromatiche, sono ai massimi livelli.

Per le erbe da foglia fogliame come il basilico o l’origano il momento giusto è appena prima che le piante fioriscano.

Se non stai coltivando erbe da essiccare o congelare, ma desideri solo avere una scorta costante per la cucina, va bene raccogliere ogni volta che ne hai bisogno.

Ora del giorno

Ma non è solo il periodo dell’anno che devi considerare. È anche importante raccogliere le erbe aromatiche al momento giusto della giornata.

Le erbe hanno più sapore all’inizio della giornata prima che il calore del sole asciughi i loro oli. Pianifica di tagliare le erbe aromatiche al mattino una volta che la rugiada è evaporata.

Ciò è particolarmente importante se prevedi di essiccare o disidratare foglie, fiori o semi. Se stai solo prendendo una manciata di basilico da cospargere sulla tua pasta, va bene raccogliere secondo necessità.

Quali strumenti usare per raccogliere le aromatiche

Quando si raccolgono erbe legnose come il timo o la salvia, utilizzare cesoie o forbici da potatura. Cercare di rompere o tirare i germogli può danneggiare la pianta.

Non hai sempre bisogno di attrezzature speciali per raccogliere le erbe aromatiche.

Usare le dita è un modo pratico per staccare rametti freschi di erbe aromatiche come basilico, erba cipollina, prezzemolo e coriandolo.

Tuttavia, non provare a raccogliere erbe legnose con le dita. Puoi danneggiare le piante se provi a rompere o torcere i forti steli.

Le cesoie per erbe aromatiche sono uno strumento da taglio compatto perfetto per la tenera crescita di erbe aromatiche come basilico, aneto e prezzemolo, nonché erbe legnose sottili come timo e origano.

Usa sempre strumenti puliti per raccogliere le erbe. Pulisci le lame tra un taglio e l’altro diversi tipi di erbe e affilali regolarmente.

Quante foglie raccogliere?

Un altro dubbio che sorge quando si raccolgono le aromatiche è quante foglie si possono raccogliere in una volta.

La regola generale è di rimuovere non più di un terzo della pianta alla volta. Per le erbe perenni come l’origano e la menta puoi potare le piante rimuovendo gli steli a metà prima che fioriscano.

In questo modo puoi far seccare le erbe per l’inverno, ma le piante producono anche una nuova crescita fresca per i raccolti futuri.

Raccogli solo foglie e fiori sani e privi di malattie. Evitare di spruzzare sulle erbe pesticidi, organici o inorganici.

Dai una bella scossa ai mazzi di erbe appena tagliati prima di portarli in casa. Questo aiuta a rimuovere tutti gli insetti che potrebbero essere sulle piante.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.