Timo limone: come curare la pianta aromatica dal sapore agrumato

Le piante di timo limone sono così facili da coltivare: praticamente fanno tutto il lavoro da sole.

Questa erba molto aromatica è una pianta perenne legnosa che si comporta bene in giardini moderatamente soleggiati.

Le foglie di timo limone possono essere raccolte e utilizzate in cucina, producendo un profilo aromatico che regge il confronto con altri ingredienti forti e si integra perfettamente come parte della cucina italiana, ad esempio quando è abbinata ad aglio, olio d’oliva e pomodori.

Sebbene il timo al limone assomigli al timo normale, puoi notare la differenza tra i due se schiacci alcune delle sue foglie e annusi il suo potente profumo di agrumi.

Scopriamo insieme come coltivare il timo limone!

Come viene utilizzato

Il timo un tempo era coltivato per le sue numerose applicazioni medicinali, come il suo uso come antisettico e conservante naturale.

Era utilizzato anche nelle ricette per conservare le carni e per ravvivare i profumi.

Il timo è ora coltivato principalmente come pianta ornamentale e talvolta viene raccolto per i suoi usi culinari.

Molti chef preferiscono il timo limone al timo normale per alcune ricette perché il sapore sottile ma piccante del limone e il leggero sapore erbaceo del timo, ne fanno un’erba aromatica perfetta e non c’è neanche l’amaro che si associa normalmente al timo classico.

E i fiori?

I fiori tubolari rosa, bianchi o lavanda della pianta del timo sono molto amati dalle api.

Le piccole foglie grigio-verdi del timo rimangono sempreverdi e la maggior parte delle varietà di timo può essere raccolta anche in inverno.

Il timo limone produce grappoli di piccoli fiori. I fiori di timo limone possono essere utilizzati anche in cucina, aggiungendo un elemento decorativo colorato ai tuoi antipasti preferiti e fornendo un sottile sapore di erbe e agrumi simile al gusto delle foglie stesse.

Coltivalo nel modo giusto

Il timo è molto resistente e può adattarsi a un’ampia gamma di condizioni di crescita, se necessario. Lo stesso vale per il timo limone.

Alcune varietà tendono a crescere tappezzanti dall’aspetto quasi piatto, mentre altre raggiungono un’altezza da 15 a 20 cm.

Il timo è in realtà sensibile solo all’essere maneggiato troppo: lascialo crescere indisturbato ed evita rinvasi frequenti.

Fornisci alla tua pianta pieno sole e ricorda che il timo limone può sopportare condizioni calde e secche.

Pianta il timo al limone in primavera in pieno sole, con le piante distanziate di circa 25 cm l’una dall’altra.

Assicurati che il drenaggio del tuo terreno sia perfetto ed evita di annaffiare troppo.

Il timo limone è tollerante alle cattive condizioni del suolo e alla siccità, quindi prenderti cura di questa aromatica è proprio semplice.

Moltiplicazione

Sebbene le piante di timo vengano solitamente moltiplicate per divisione o per talea, il timo viene occasionalmente ancora coltivato dai semi.

È importante non mescolare le varietà quando si sceglie di coltivare da seme, tuttavia, poiché i diversi tipi di timo possono impollinare e ibridarsi in modo incrociato.

Potatura

Se coltivato in climi più caldi, il timo tende a diventare un po’ arbustivo.

La potatura è consigliata all’inizio della primavera per evitare che la pianta diventi troppo legnosa.

Sentiti libero di modellare ulteriormente la pianta subito dopo il periodo di fioritura, se lo desideri.

Se vuoi lasciare una pianta di timo limone al naturale e lasciarla prendere la sua forma, l’unica cura necessaria è eliminare i fiori esauriti per incoraggiare una nuova crescita.

Come raccoglierlo per l’utilizzo

Le piante di timo limone ormai stabilizzate possono essere raccolte in qualsiasi momento.

Tuttavia, il momento migliore per raccogliere le erbe in generale è al mattino. Questo è il momento in cui la pianta del timo limone è più aromatica e saporita perché è ricca di oli aromatici.

Basta tagliare alcuni gambi da aggiungere alle tue ricette preferite. Schiaccia le foglie per far uscire gli oli profumati.

Sebbene tu possa essiccare il timo per un uso e una conservazione prolungati, l’erba è molto meglio quando è fresca.

Per insaporire i tuoi piatti con il timo limone, sminuzza le foglie e aggiungile al piatto verso la fine della preparazione in modo che l’erba mantenga il suo sapore, aroma e colore forte.

Il timo limone può essere aggiunto a qualsiasi cosa: si trova comunemente nelle ricette di zuppe, stufati, frutti di mare, pollame e piatti di verdure, nonché in salse, ripieni e via dicendo.

Parassiti e malattie

Il timo limone è uno dei preferiti dai giardinieri perché non ha problemi seri con parassiti o malattie.

Le formiche possono fare visita, ma non dovrebbero danneggiare le piante di timo limone.

Se coltivi il timo al limone in condizioni molto umide, la muffa e il marciume radicale possono diventare un problema.

Assicurati che le tue piante di timo non siano mai coltivate in acqua stagnante e che l’area in cui sono piantate abbia un terreno drenante e poco compattato per gestire la quantità di acqua che viene data.

Oltre a queste piccole considerazioni, la coltivazione del timo limone dovrebbe essere praticamente priva di problemi se fornisci a questa erba le condizioni di crescita corrette.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.