4 Cause che Impediscono alla Begonia di Fiorire

Una begonia senza i suoi fiorellini è senz’altro una delusione, soprattutto perché vengono sempre decantate come piantine senza pretese.

Invece potresti aver commesso degli errori nella cura che possono averne compromesso la fioritura.

Se la begonia continua a non fiorire allora tieni presente queste cause che ora ti spiego.

Non ha la luce di cui ha bisogno

Scegliere un punto del tuo balcone o del tuo giardino esposto ad est potrebbe essere un buon compromesso.

Così la begonia riceverebbe per diverse ore la luce brillante del mattino, diretta e non nelle ore più calde della giornata.

Di sicuro i raggi del sole non sono cocenti ed essendo diretti per diverse ore è il posto ideale per le piante che hanno bisogno di molta luce ma non tollerano la violenza della luce solare nel corso della giornata.

Non ha nutrienti a sufficienza

Non appena la begonia sta mettendo su nuove foglioline è lì che devi mettere in atto un processo di concimazione che possa sostenerla in tutta la sua crescita e quindi poi successivamente fioritura.

La begonia fa un grande sforzo per fiorire e ha bisogno di nutrienti.

Per nutrire le tue begonie e facilitare la fioritura utilizza un concime che possa aver una maggiore dose di fosforo e potassio o uno bilanciato NPK.

Puoi sfruttare la possibilità di realizzare concimi fai da te utili allo scopo che sono più delicati e non rischiano di bruciare le foglie e fare più danni che supportare la fioritura.

Interrompi l’utilizzo di fertilizzanti durante il letargo delle tue begonie, quando non assorbe alcun tipo di nutriente.

Hai potato le begonie al momento sbagliato?

Se prima della fioritura hai potato o semplicemente ripulito la chioma, potresti aver compromesso la fioritura della pianta.

Potresti inavvertitamente aver asportato le parti destinate di lì a poco alla fioritura e questo può averne condizionato la fioritura successiva.

Innaffia al bisogno

L’acqua è una componente della fotosintesi, quell’elemento motore di un processo chimico che accade nelle piante per la produzione di energia utilizzata per la crescita delle piante.

Nel momento in cui andiamo ad innaffiare le nostre piante e quindi immettiamo acqua nel terriccio, questa ha la facoltà di disciogliere i nutrienti e i Sali presenti nella miscela del terriccio e fa in modo che le radici possano assorbirli e nutrire la pianta.

Quando parliamo di piante coltivate in vaso, parliamo di uno spazio ridotto nel quale le radici devono crescere e dal quale devono carpire ciò di cui hanno bisogno.

Per questo motivo le piante in vaso hanno bisogno di maggiore attenzione, poiché il terriccio tende a seccarsi più rapidamente e le radici non hanno la possibilità di espandersi e scendere in profondità per cercare acqua.

Puoi anticipare una eventuale condizione di stress controllando l’umidità del terriccio con le dita e quindi innaffiare al bisogno, qualora i primi centimetri di terriccio fossero secchi.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.