Puoi capire se il tuo Ciclamino ha un Terriccio Esausto prestando attenzione a questi Indicatori

Il terriccio, come sappiamo, è la componente essenziale che nutre i bulbi dei nostri ciclamini, che di seguito esplodono in fioriture dal colore vivace.

Ma sapevi che potresti ritrovarti con dei ciclamini che riversano in un terriccio ormai esausto?

Ci sono specifici indicatori che possono segnalare questo stato del terriccio ed è bene intervenire, soprattutto dopo un lungo periodo di dormienza, quando il ciclamino riprende a vegetare.

Scopriamo insieme quali segnali prendere in considerazione per capire se il terriccio dei nostri ciclamini è ormai esausto.

Il terriccio potrebbe essere troppo compatto

Nel ripristinare i bulbi dell’anno precedente spesso accade che il terriccio a disposizione del nostro ciclamino possa essere particolarmente compatto e questo non gli consente di drenare l’acqua o di trattenerla come dovrebbe.

Questo accade perché la principale componente dei terricci commerciali è la torba che si decompone rapidamente, già dopo una singola stagione.

È necessario, dunque, rinvasare il ciclamino con un terriccio nuovo e fresco.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Scegli una buona miscela che possa essere ideale per il ciclamino o componila includendo una buona percentuale di torba.

Aggiungi delle componenti grossolane come perlite o argilla espansa con una proporzione di 1 parte di inerti su 3 parti di terreno.

Insetti nel terriccio

Dopo un lungo periodo di dormienza il terriccio potrebbe essere compromesso e restare costantemente umido generando non solo marciume per il bulbo ma anche ospitando degli esserini indesiderati.

In questo caso si tratta di piccoli moscerini che saltellano intorno al bulbo tuberoso e si tratta di un’infestazione da moscerini dei funghi.

I moscerini depongono le uova approfittando di un terriccio umido, quello dei primi centimetri partendo dalla superficie, umido ed a tratti anche caldo.

Hai diverse soluzioni per correre ai ripari. La prima è quella di far asciugare il terriccio e lasciarlo secco per qualche giorno, così da eliminare l’infestazione.

Ma questa potrebbe perdurare e allora potresti usare le così dette trappole appiccicose per catturarli.

Infine, rinvasa i tuoi ciclamini qualora non riuscissi a debellare l’infestazione; in questo caso conferirai ai ciclamini un terriccio pulito ma anche nuovamente ricco di nutrienti.

Non trattiene l’acqua

Se quando innaffi i tuoi ciclamini l’acqua scorre tutta lungo i bordi fino ai fori di scolo allora il terriccio ha assunto una qualità impermeabile, tipica di un terriccio ormai esaurito.

In questo modo non tratterrà mai umidità, le componenti nutritive, ammesso che ancora ce ne siano, non potranno disciogliersi adeguatamente ed essere assorbite dalle radici.

Puoi solo rinvasare i tuoi ciclamini perché con questo tipo di terriccio ormai non c’è nulla da fare e va fatto ancor prima del periodo nel quale spuntano le prime foglioline o non spunterà proprio nulla da questi bulbi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.