Se hai preso il bulbo di Giacinto al supermercato ecco come coltivarlo in Acqua

Coltivare i giacinti in acqua è un ottimo modo per abbellire la tua casa e avere sul davanzale qualcosa di diverso che il solito vaso con la piantina.

I bulbi di giacinto possono essere coltivati in acqua e fioriranno anche più a lungo per cui potrai goderti il profumo dei fiori per più tempo.

I suoi fiori possono essere rosa chiaro o viola intenso ma puoi trovarli anche in azzurro.

Ma ci sono alcuni passaggi da seguire per veder comparire i fiori di giacinto se deciderai di coltivarlo in acqua.

Scopriamoli insieme!

Procurati i bulbi

Per prima cosa ovviamente dovrai procurarti i bulbi di giacinto.

I bulbi di giacinto vengono generalmente venduti sia singolarmente che in confezioni da più bulbi.

Se sei fortunato troverai il bulbo di giacinto in vendita con il vaso adatto per la coltivazione in acqua.

In quel caso il bulbo è già pronto per essere piantato e coltivato in acqua.

Periodo di raffreddamento

Se i bulbi di giacinto che ti sei procurato non sono pronti per essere piantati, significa che devono subire la fase di raffreddamento.

Ma cosa significa questo? Tutti i giacinti hanno bisogno di un periodo di raffreddamento di 3-4 mesi per sviluppare delle radici sane, altrimenti non cresceranno nel modo giusto.

Se non hai a disposizione bulbi di giacinto che già hanno subito questa fase di raffreddamento, questo passaggio è assolutamente vitale.

Conserva i tuoi bulbi in una zona buia con temperature tra 5 e 10 gradi. Puoi metterli in frigorifero, in veranda all’aperto o in un garage.

Quando metti i bulbi in frigo ricorda di non posizionarli vicino alla frutta, perché i gas che vengono prodotti durante la maturazione possono danneggiare i bulbi.

Scegli il vaso adatto

Trova un contenitore di vetro adatto per far crescere il tuo bulbo di giacinto.

Esistono dei vasi fatti apposta per contenere i bulbi coltivati in acqua.

Se sei fortunato troverai il vaso venduto insieme al bulbo, ma si trovano anche in vivai forniti.

Questi vasi per bulbi hanno un restringimento in alto simile al collo di una bottiglia che fa in modo che il bulbo possa restare fermo senza cadere nell’acqua e che le radici siano invece immerse nell’ampolla.

Posiziona i bulbi in acqua

Una volta che ti sei procurato il contenitore adatto, puoi riempirlo d’acqua.

L’acqua deve toccare le radici ma non la base del bulbo perché il rischio è quello di farlo marcire.

Assicurati di mantenere pulita l’acqua cambiandola una volta a settimana avendo cura di non danneggiare le radici.

Una volta che hai riempito il contenitore puoi posizionare il bulbo a pelo d’acqua.

Se vuoi far crescere il tuo bulbo per farlo rifiorire l’anno successivo, piantalo in un vaso con del terreno invece che nell’acqua.

I bulbi coltivati in acqua potrebbero non fiorire di nuovo l’anno successivo, ma quelli piantati nel terreno rifioriranno.

Dove va posizionato il Giacinto

Se hai un giacinto già pronto per crescere e fiorire, basterà posizionarlo in una zona luminosa della casa.

Dopo qualche settimana vedrai le foglie spuntare e le radici continueranno a crescere in acqua.

Se metti il tuo giacinto in acqua in un punto più luminoso fiorirà più facilmente.

Anche la temperatura è importante perché preferisce un luogo caldo con almeno 18 gradi.

I giacinti crescono verso la luce del sole, quindi ruota il vaso ogni giorno per evitare che la pianta cresca inclinandosi in una sola direzione.

Dovrai attendere circa 2 settimane perché i tuoi giacinti siano completamente fioriti e dovrebbero durare per altre 2 settimane prima che inizino ad appassire.

Goditi il profumo della pianta: quando i fiori di giacinto saranno sbocciati, il loro profumo sarà inebriante.

Butta via i bulbi una volta che il giacinto è appassito. La coltivazione in acqua utilizza tutta l’energia che i bulbi hanno da offrire e dunque non saranno abbastanza forti per rifiorire.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.