Guzmania: come concimarla per ottenere foglie colorate

La Guzmania è una bellissima pianta d’appartamento che ha la particolarità di avere le foglie superiori di colori molto intensi.

Ma è importante sapere come concimare la tua Guzmania, perché anche da una corretta concimazione, dipende la comparsa di foglie coloratissime.

Basta seguire poche regole e avrai una pianta sempre sana e soprattutto colorata.

Scopriamo insieme come concimare la Guzmania per ottenere foglie colorate!

Come si nutre la Guzmania in natura

La maggior parte delle Guzmanie che coltiviamo come piante d’appartamento sono piante epifite, ovvero piante che che si aggrappano agli alberi e crescono a mezz’aria.

In natura, le loro coppe centrali fungono da serbatoi sia per il cibo che per l’acqua.

I resti di piante e insetti, infatti, cadono nella coppa centrale dove si è accumulata anche l’acqua, qui marciscono e si decompongono gradualmente, fornendo alla pianta dei nutrienti in modo costante.

Se ci pensi, la guzmania selvatica, in natura, accumula da sola la sua dose di compost!

La guzmania in casa

Quando coltivi la guzmania in casa come pianta d’appartamento, è quasi impossibile riprodurre l’ambiente naturale.

Infatti è quasi impossibile che la tua pianta riceva in modo costante acqua piovana, detriti di foglie e insetti.

Per questo, ci sono delle regole di base che devi seguire per nutrire la tua pianta e assicurarti delle foglie colorate.

Come concimarla

Usa un concime liquido durante la stagione di crescita della pianta. La maggior parte dei fertilizzanti bilanciati andrà bene.

Evita fertilizzanti ad alto contenuto di azoto poiché probabilmente danneggeranno la capacità della pianta di fiorire.

Diluisci il fertilizzante con dell’acqua e applicalo con un flacone spray. Fertilizza solo durante il periodo di crescita attiva (primavera-estate), perché fertilizzare una pianta in fase di riposo può bruciare le foglie.

Ti consiglio di non mettere alcun tipo di fertilizzante solido, ovvero in polvere o in bastoncini, direttamente nella coppa centrale della pianta. Questo potrebbe bruciarla.

Se la tua pianta è ben radicata e ha radici sane, puoi mettere nel terreno dei bastoncini di concime a lento rilascio all’inizio della stagione di crescita.

Tieni presente che, sebbene le guzmanie in natura siano epifite (crescono aggrappandosi sugli alberi) e per questo non si nutrono dalle radici, anche loro possono essere abituate a nutrirsi attraverso le radici stesse.

Dopotutto, ciascuna specie di guzmania si è adattata a vivere in un ambiente diverso.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.