Il metodo Facile per scegliere le Piante Grasse da mettere in un unico vaso

Le piante grasse sono uniche e sono facilissime da coltivare anche per chi non ha tempo da dedicare al giardinaggio.

Spesso però vengono vendute in versione baby, quindi sono davvero di piccole dimensioni (e graziose!) quindi potrebbe essere un’ottima idea raccoglierle in una composizione unica.

Tuttavia ci sono degli accorgimenti da considerare per evitare di rovinare tutto e per piantare le succulente nel modo corretto.

Scopriamo insieme il metodo facile per scegliere e assemblare le piante grasse in un unico vaso!

Scegli le piante grasse

Il primo passo è scegliere le tue piante: con le piante grasse puoi davvero sbizzarrirti perché ne esistono di ogni forma.

Puoi scegliere delle piccole piante di echeveria o piantine di haworthia che rendono tutto unico.

Anche i cactus di tutte le forme e varietà sono molto belli e rendono unica la composizione.

Oppure puoi aggiungere un sedum con le sue foglie carnose o addirittura piantare una pianta grassa pendente da un solo lato.

Tra le più belle piante grasse pendenti puoi trovare le infinite varietà di senecio.

Procurati i materiali necessari

Una volta che hai scelto le tue piante è ora di iniziare. Ci sono molti vasi realizzati appositamente per le composizioni di piante grasse.

Questi vasi sono in genere più bassi e larghi, tanto da sembrare delle grandi ciotole: questo perché le piante grasse hanno un apparato radicale più piccolo e che cresce più lentamente di quello delle normali piante.

Ricorda che le piante grasse immagazzinano acqua nelle foglie e nelle radici, quindi se le pianti in un vaso senza un adeguato drenaggio ricordati di annaffiare in piccole quantità in modo che le radici non ristagnino nell’acqua.

Cosa ti servirà:

  • piante grasse assortite (ovviamente!)
  • un vaso basso e largo
  • una piccola pala da giardinaggio
  • Terreno per succulente

Prepara le tue piante

Ora che hai raccolto le tue scorte, è ora di preparare le tue piante.

Assicurati che le piante succulente che stai piantando insieme nel vaso siano tutte sane, poiché condivideranno lo stesso ambiente di coltura e se anche una sola sembra malsana dovrai scartarla poiché potrà far ammalare anche le altre in poco tempo.

Togli ogni pianta succulenta dal suo vasetto e non disturbare troppo la zolla di terreno intorno alle radici.

Tuttavia, se c’è molto terriccio di bassa qualità intorno alle radici puoi rimuoverne l’eccesso prima di piantare la tua succulenta, magari aiutandoti con un bastoncino di legno.

Inizia a piantare

Arrivato a questo punto, puoi iniziare a piantare le tue succulente nel vaso che hai scelto. Ma quale terreno usare?

Ovviamente, poiché stai piantando delle succulente, dovrai assicurarti che il terreno non sia troppo compatto e hai due alternative:

Per creare la tua miscela basterà aggiungere 1 parte di terriccio universale (o di fibra di cocco), 1 parte di perlite e 1 parte di lapillo.

Una miscela composta da questi elementi è importante perché renderà tutto leggero e arioso e più difficilmente l’acqua in eccesso ristagnerà nel vaso.

Riempi il vaso per 2/3 con la miscela per piante grasse e con le dita scava dei piccoli fori della dimensione di ogni pianta grassa che andrai ad inserire e compatta man mano il terreno.

Per ogni pianta che inserisci devi assicurarti che sia stabile all’interno del vaso.

Annaffiale nel modo giusto

Ora che la tua composizione è finita, la domanda è: come innaffio le piante grasse?

Se già le singole piantine avevano il terreno umido nel loro vaso individuale, probabilmente erano state annaffiate di recente (i vivai tendono ad innaffiare le loro piante secondo un programma prestabilito… piante grasse incluse).

Se invece avevano già il terreno completamente asciutto all’interno del loro vaso individuale, allora possono aver bisogno di acqua.

Innaffia senza esagerare: il giusto che ti permette di compattare leggermente il terreno e aspetta sempre che si asciughi completamente il terreno prima di annaffiare di nuovo.

Ricorda sempre che se fai marcire una singola pianta grassa della composizione, marciranno tutte, quindi fai attenzione!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.