10 Piante grasse pendenti più belle

Aggiungere una pianta sospesa alla tua collezione è un ottimo modo per liberare spazio sul pavimento o sulle mensole.

Ed è un modo per abbellire quelle grandi finestre che ti sembrano un po’ spoglie, in questo caso le piante grasse sospese sono un’ottima opzione e richiedono poche cure.

Le piante grasse pendenti saranno molto decorative ricadendo da fioriere sospese, scaffali alti o davanzali.

Ho raccolto per te le 10 piante grasse pendenti più belle, scopriamole insieme!

Filo di perle (Senecio rowleyanus)

Il filo di perle (Senecio rowleyanus) è forse la succulenta da appendere più popolare grazie al suo aspetto imponente e alla facilità di cura.

Crescono rapidamente nelle giuste condizioni e possono raggiungere la lunghezza anche di 1 metro.

I fili di perle sono tossici per gatti, cani e persone se ingeriti, quindi dovrebbero essere tenuti fuori dalla portata degli animali domestici.

Ha bisogno di luce solare intensa e diretta mentre per le annaffiature puoi lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra.

Se le foglioline grasse hanno un aspetto raggrinzito, devi innaffiare.

Collana di cuori (Ceropegia woodii)

La collana di cuori (Ceropegia woodii) è un’altra splendida succulenta caratterizzata da foglie colorate a forma di cuore che crescono su steli molto sottili.

Sono facili da moltiplicare e possono crescere rapidamente nelle giuste condizioni con steli che raggiungono anche 1,5 metri di lunghezza.

Il filo di cuori non è tossico per gatti, cani e persone, quindi potrebbe essere una scelta perfetta se hai animali domestici.

Ha bisogno di luce intensa e indiretta, innaffia quando il terreno è asciutto.

Filo di banane (Curio radicans)

Un’altra succulenta pendente è il filo di banane (Curio radicans o Senicio radicans).

Caratterizzata da foglie carnose a forma di banana e lunghi steli pendenti, questa succulenta è nota per essere più facile da curare rispetto al suo parente il filo di perle perché cresce più velocemente e i suoi steli sono più spessi e meno delicati.

Sfortunatamente, la stringa di banane è anche tossica per gatti, cani e persone se ingerita.

Ha bisogno di sole diretto e devi lasciare che il terreno si asciughi completamente tra le annaffiature.

Coda d’asino (Sedum morganianum)

La coda d’asino (Sedum morganianum) è una succulenta perenne con foglie blu-verde e steli che possono raggiungere fino a 60 cm di lunghezza.

È una pianta d’appartamento popolare per la sua tolleranza alla siccità e l’aspetto unico delle sue foglie carnose. Non è tossico per animali domestici e persone.

Ha bisogno di sole diretto e dovrai lasciare che il terreno si asciughi completamente tra le annaffiature.

Filo di delfini (Senecio x. peregrinus)

Il filo di delfini (Senecio x. peregrinus) prende questo nome perché le sue foglie ricordano un branco di delfini saltellanti!

Non raggiunge grandi lunghezze come alcuni dei suoi parenti nel genere Senecio e tende a sbocciare a circa 50 cm di lunghezza.

Il filo di delfini è considerato tossico per gatti, cani e persone se ingerite le foglie.

Vuole sole diretto e devi lasciare che il terreno si asciughi completamente tra un’annaffiatura e l’altra.

Pianta del rosario (Senecio herreianus)

Spesso confuso con il filo di perle (Senecio rowleyanus), la pianta del rosario (Senecio herreianus) è una succulenta strisciante che si distingue in base alla forma ovale delle sue foglie carnose.

I suoi steli possono crescere da 30 a 60 cm di lunghezza. Come tutte le piante del genere Senecio, è tossico per gatti, cani e persone.

Ha bisogno di sole diretto e devi innaffiare quando le “perline” hanno un aspetto raggrinzito.

Coda di topo (Aporocactus flagelliformis)

Il cactus coda di topo (Aporocactus flagelliformis) è un’attraente varietà di cactus caratterizzata da lunghi steli ricadenti che possono crescere da 60 cm a quasi 2 metri di lunghezza.

Rispetto alla maggior parte delle varietà di cactus, questa specie è a crescita rapida. Tieni il cactus a coda di topo in un luogo sicuro e fuori portata perché può facilmente ferire animali domestici o bambini.

Vuole pieno sole e bisogna annaffiare durante la stagione di crescita; mantieni asciutto quando la pianta è nella fase di riposo.

Collana di monete (Dischidia nummularia)

La collana di monete (Dischidia nummularia) è una pianta grassa tropicale coltivata per il suo attraente fogliame a forma di moneta che varia di colore dal verde pallido a uno splendido verde argenteo.

Queste piante sono epifite, cioè in natura crescono sulla corteccia degli alberi. Quindi, non piantare la Dischidia nummularia in un normale terriccio, usa invece una miscela per orchidee.

A differenza di altre piante grasse, la collana di monete, può tollerare condizioni di scarsa illuminazione e cresce bene all’interno.

Cactus a lisca di pesce (Disocactus anguliger)

Un’altra pianta grassa ricadente venerata per il suo aspetto unico è il cactus a lisca di pesce (Disocactus anguliger), comunemente noto anche come cactus a zig-zag o a lisca di pesce.

Questa specie ha un portamento eretto da giovane pianta e, man mano che matura, le foglie iniziano a piegarsi e sviluppano un’andamento ricadente.

Le piante di cactus a lisca di pesce non sono tossiche per gatti, cani e umani.

Ha bisogno di luce intensa e indiretta e devi innaffiare quando il terreno è asciutto; l’eccesso di acqua può causare marciume radicale.

Collana rubino (Othonna capensis)

Il filo di rubini (Othonna capensis) è una pianta grassa a crescita rapida caratterizzata da un gambo rosso-violaceo e foglie sottili a forma di fagiolo che diventano rosso vivo se esposte al sole diretto.

Gli steli possono crescere fino a 30 cm di lunghezza e possono essere facilmente propagati.

Vuole luce da media a luce diretta del sole e devi lasciare che il terreno si asciughi completamente tra un’annaffiatura e l’altra.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.