Se sta nascendo un nuovo stelo sull’Orchidea curalo così

Nuovi steli fioriferi si formano sulle orchidee in risposta a temperature più basse o a lunghezze del giorno più brevi.

Per questo motivo, potresti spostare le orchidee phalaenopsis in un luogo più fresco dopo che hanno finito di fiorire, per cercare di stimolare la formazione del prossimo stelo di fiori.

Le orchidee Phalaenopsis producono naturalmente steli fioriferi nel tardo autunno e in inverno per questo motivo, ma indipendentemente dal periodo dell’anno, puoi ridurre leggermente la temperatura di un’orchidea per incoraggiarla a fiorire.

Ma una volta che è nato uno nuovo stelo di fiori, come va curato per fare in modo che cresca correttamente?

Non sottovalutare l’esposizione

Durante i primi centimetri di crescita dello stelo dell’orchidea, occorre prestare attenzione alle cure offerte.

Per indirizzare la crescita dello stelo dovresti controllare la luce e usare già dei supporti se vuoi che lo stelo cresca dritto; lo stelo sarà flessibile in questa fase.

La punta dello stelo crescerà verso la principale fonte di luce. Le phalaenopsis si comportano bene in condizioni di scarsa illuminazione ma quando uno stelo sta crescendo, ha bisogno di una buona illuminazione.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Come capire che si tratta di uno stelo fiorifero

Quando noti per la prima volta uno stelo fiorifero, potrebbe essere difficile capire se si tratta di una nuova radice o di uno stelo da fioritura, ma la differenza diventerà evidente in poche settimane.

Una radice avrà una forma uniforme con una punta arrotondata mentre uno stelo all’inizio sembrerà simile a una radice, ma poi avrà la punta più schiacciata.

In più, le radici della Phalaenopsis avranno un aspetto grigiastro quando si seccano, mentre uno stelo fiorifero rimarrà verde e inizierà a sviluppare dei bozzi dove appariranno i fiori.

Quanto tempo impiega lo stelo per fiorire

Uno stelo fiorifero su un’orchidea impiegherà dai due ai tre mesi per svilupparsi e fiorire completamente e talvolta più a lungo su alcune specie di orchidee.

Man mano che la punta del fiore matura, è sempre più improbabile che l’uso delle clip per indirizzare lo stelo lo danneggi. Per una corretta cura dello stelo dell’orchidea, posiziona l’ultima clip appena sotto l’ultimo nodo in cui l’orchidea potrebbe produrre un ramo secondario.

È abbastanza facile distinguere tra un nodo da cui può spuntare un ramo e un nodo da cui nascerà un fiore.

I nodi dei fiori si svilupperanno vicino alla punta dello stelo dell’orchidea e la distanza tra i nodi dei fiori è notevolmente inferiore alla distanza tra i nodi che potrebbero produrre rami secondari.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.