In estate innaffia così i Gerani per non perdere la fioritura

La frequenza con cui innaffiare i gerani è il tipo di informazioni che la maggior parte dei giardinieri cerca di sapere quando coltiva questi splendidi fiori all’interno o all’esterno.

Ai gerani non piace avere le radici immerse in acqua stagnante, ma è un errore comune che si fa quando si coltivano le piante.

Tuttavia, si può incappare anche nell’errore opposto e molti potrebbero lasciare questi fiori senz’acqua per molto tempo. Soprattutto in estate è importante tenerli umidi per evitare che appassiscano.

Per sfatare tutti i miti sull’irrigazione dei gerani, diamo un’occhiata al modo corretto per annaffiarli!

Quanto spesso innaffiare i gerani?

Nessuno ti menta sul fatto che ci sia una risposta esatta su quanto spesso dovresti innaffiare i tuoi gerani, la verità è che ci sono molti fattori che influenzano il bisogno d’acqua.

La frequenza varia da luogo a luogo a seconda di diversi fattori come:

  • Il meteo locale
  • Il tipo di terreno
  • Quanto sono grandi i vasi
  • Se li coltivi in casa o all’aperto
  • Il tipo di geranio che stai coltivando
  • Quanto è grande la tua pianta
  • Il livello di umidità dell’ambiente

Il miglior consiglio che si può dare a qualsiasi giardiniere che coltiva gerani è: usa il metodo universale del tatto e fai affidamento su di esso.

Questa regola pratica ti aiuta a prendere in considerazione tutti i singoli fattori che ti riguardano.

Tocca il terreno con il dito infilandolo per 3-4 cm per verificare se ha bisogno d’acqua o meno. Se al tatto sembra asciutto, è il momento di annaffiare; se è umido, dargli un altro giorno o due per ripetere il test.

Assicurati di lasciare sempre asciugare il terreno prima di annaffiarlo di nuovo per ridurre i casi di annaffiature eccessive.

Irrigazione dei Gerani

L’irrigazione dei gerani dipende dalla zona in cui li stai coltivando e dalle condizioni meteorologiche locali. Diverse varietà di geranio hanno requisiti di irrigazione leggermente diversi.

La regola generale per annaffiare i gerani è annaffiare in profondità ogni volta che il terreno inizia a sentirsi asciutto.

Non innaffiare i tuoi gerani dall’alto, per evitare che l’umidità sulle foglie diventi terreno fertile per i funghi.

Controllare l’umidità del terreno ti aiuta a determinare quando devi annaffiare le tue piante di geranio. Un po’ di umidità non è dannosa, ma troppa farà marcire le sue radici.

L’approccio migliore per mantenere un programma è capire quando il terreno inizia ad asciugarsi prima di annaffiarlo di nuovo. Se i tuoi gerani sono disidratati, noterai che le foglie iniziano a ingiallire, poi marroni e infine cadono dalla pianta.

Una pianta di geranio disidratata può ancora essere rianimata ristabilendo un programma di irrigazione adatto ai suoi bisogni. Alcuni gerani hanno una migliore tolleranza alla siccità grazie alla superficie cerosa delle foglie, che consente loro di immagazzinare più acqua di altri.

La posizione e il tempo sono i fattori più significativi di quanta acqua dovresti dare alle tue piante. I climi più caldi richiederanno più annaffiature poiché il terreno si asciuga più velocemente rispetto alle temperature più fresche.

Errori comuni quando innaffi i gerani

Uno degli errori più comuni quando innaffi i gerani è innaffiare troppo spesso.

Quando innaffi troppo spesso il tuo geranio, ciò espone le radici all’asfissia, una condizione che rende le radici prive di ossigeno.

Come fai a sapere che le tue piante soffrono di irrigazione eccessiva? Noterai che le foglie inferiori iniziano a ingiallire. Vedrai anche che iniziano a formarsi parassiti fastidiosi come moscerini e malattie fungine.

Se hai paura di innaffiare troppo i tuoi gerani, potresti finire per dare loro pochissima acqua.

L’opposto dell’eccesso di acqua è far seccare troppo i gerani. Il risultato sono piante disidratate con foglie gialle e primi segni di avvizzimento.

Per trovare il giusto equilibrio fai sempre un controllo infilando il dito nel terreno: se il terreno è asciutto puoi innaffiare.

Qual è il momento migliore per innaffiare i gerani

Il momento migliore della giornata per innaffiare i gerani è la mattina presto per garantire che le piante rimangano idratate per tutto il giorno.

Questo è importante perché può innescare problemi come funghi fogliari quando una giornata calda è seguita da una notte fresca. Consente anche all’umidità rimasta sulle foglie di asciugarsi prima della notte.

La sera non è il momento ideale per annaffiare, ma se ti dimentichi di farlo al mattino, scegli la sera, non è una tragedia.

Tuttavia, non impostare un programma di irrigazione costante di sera. Se innaffi la sera, il terreno rimane umido più a lungo. Questo non è necessariamente negativo per i luoghi molto caldi, ma alcuni gerani potrebbero marcire per le lunghe ore di terreno bagnato.

Evita di annaffiare i tuoi gerani a mezzogiorno quando il sole è più forte perché il sole prenderà tutta l’umidità e asciugherà troppo presto il terreno.

Per quanto tempo i gerani possono rimanere senz’acqua?

Ancora una volta, a causa dei molti fattori che influenzano il programma di irrigazione, non si può stabilire un tempo esatto in cui i gerani possono restare senza acqua.

Tuttavia, da un punto di vista generale, non si dovrebbe mai lasciare che i gerani appassiscano o che il terreno resti secco per molte settimane prima di essere innaffiato.

Detto questo, qualunque sia il clima che stai vivendo nella tua regione, mantieni i tuoi gerani ben irrigati.

Se noti che i tuoi gerani sono cadenti e appassiti, ravvivali annaffiandoli più spesso, ma assicurati di attendere che il terreno si asciughi tra le sessioni di irrigazione.

Come puoi vedere, ci sono alcune cose critiche da imparare sulla frequenza con cui innaffiare i gerani. Seguire questi suggerimenti ti aiuterà a mantenere le tue piante ben irrigate durante le loro stagioni di crescita.

Se noti cambiamenti alle tue piante o alle loro foglie, rivedi rapidamente il tuo programma di irrigazione e controlla il terreno se è troppo zuppo o troppo secco.

Assicurati sempre di conoscere il tipo di terreno in cui stai coltivando i tuoi gerani prima di definire un programma di irrigazione per aiutarti a mantenere un’eccellente cura del geranio.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.