Come potare il maggiociondolo

Gli alberi di maggiociondolo hanno corteccia verde e foglie a tre punte.

Gli alberi hanno una forma eretta e raggiungono altezze fino a 10 metri. In primavera producono fiori gialli lunghi e pendenti, seguiti da baccelli lunghi 30 cm.

Taglia un albero di maggiociondolo a forma di tronco singolo o lascia che sviluppi più tronchi per una piantagione simile ad un arbusto.

Puoi potare in estate, dopo che tutte le fioriture sono ormai esaurite.

Ma vediamo nel dettaglio come potare il maggiociondolo nel modo giusto!

Prima di iniziare

Prima di iniziare, devi sapere che il maggiociondolo è tossico per animali e persone se ingerito.

In particolare, i semi prodotti dai baccelli sono particolarmente carichi di sostanze velenose, dunque fai attenzione a non avere animali o bambini in giro quando inizi a potare questa pianta.

Potrebbero ingerire per sbaglio una qualsiasi parte della pianta e avere effetti negativi.

Strumenti giusti

Scegli i migliori strumenti per la potatura degli alberi di maggiociondolo.

Le cesoie manuali e le forbici per troncare sono ideali per rami da 0,5 cm a 2 cm circa.

Le seghe da potatura sono necessarie per i rami più grandi.

Utilizza sempre strumenti con lame affilate (facendo attenzione a non farti male!) ed evita di strappare la corteccia durante la rifilatura.

Potare nel modo giusto

Gli alberi di maggiociondolo possono essere tenuti in ordine per tutta la stagione:
taglia via la crescita morta, danneggiata e poco attraente in qualsiasi momento di qualsiasi stagione.

Poi rimuovi tutti i polloni (le propaggini o nuovi germogli che si sviluppano dalle radici) dalla parte inferiore del tronco se crescono in forma di albero.

Puoi lasciare i polloni in posizione, invece, per un aspetto più spesso e simile ad un arbusto.

Elimina i rami deboli e fragili per favorire la crescita di foglie piena e sana.

Taglia i rami che si incrociano con il tronco o il ramo più grande da cui nascono.

Non rimuovere il tronco o il ramo principale, quando tagli i rami secondari ed esegui i tagli da 1,5 cm a 5 cm.

Taglia i rami più bassi a livello del terreno per creare una forma ad albero.

Pota l’albero per controllarne le dimensioni e la forma. Questo dovrebbe essere fatto in modo uniforme in modo che l’albero non appaia irregolare.

Mi raccomando: pulisci gli strumenti di potatura con alcol chirurgico o candeggina prima e dopo la potatura per evitare la diffusione di malattie tra le piante.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.