3 Semplici trucchi per prolungare la fioritura dei Gerani per tutta l’estate

Mantenere i tuoi gerani sani, forti e in fiore per tutta l’estate non è difficile.

Infatti, con pochi semplici consigli per la cura e la manutenzione di queste piante da fioriera, puoi avere splendide fioriture dalla tarda primavera fino alle prime gelate.

I gerani sono da sempre i preferiti di chi ama un balcone fiorito a lunga durata, con i loro steli lunghi dai vistosi fiori, sono perfetti da piantare direttamente nelle aiuole, o per riempire vasi, fioriere e vasi sospesi.

Sfortunatamente, molti non riescono a trovare una soluzione al problema che si pone in estate: senza cure adeguate, le piante possono far crescere steli allungati e avere poche fioriture.

Ma per fortuna non ci vuole molto per farli tornare in vita. Vediamo insieme pochi semplici consigli per far fiorire e i gerani a lungo!

Potatura dei Gerani

Sebbene la maggior parte dei coltivatori consideri i gerani come annuali, in realtà sono una pianta perenne. O meglio, se vivi in climi caldi dove gli inverni non prevedono gelate è semplice coltivarli come piante perenni.

I gerani tendono a diventare piuttosto radi se lasciati crescere da soli, soprattutto quando crescono in vasi, fioriere o vasi sospesi.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Con uno spazio limitato nel terreno, le piante tendono a crescere verso l’esterno il più velocemente possibile. Per questo motivo, è importante frenare la crescita dello stelo per stimolare una crescita più densa e cespugliosa.

È meglio iniziare all’inizio della bella stagione eliminando la crescita sugli steli di circa 1-2 cm. Questo può essere fatto facilmente con un paio di forbici, potatori da giardino o anche pizzicando gli steli.

Pizzicare gli steli incoraggia la pianta a far crescere più germogli dagli steli potati. Anche le piante più mature in piena estate possono trarre vantaggio da un po’ di potatura leggera.

Il risultato è una pianta molto più folta e una pianta che può produrre molte più fioriture e fiori.

Elimina i fiori appassiti

Una volta che i fiori di geranio iniziano ad apparire e fiorire, è tempo di entrare in azione con quello che viene definito deadheading, ovvero la pratica del rimuovere i fiori che gradualmente appassiscono.

Questa tecnica applicata regolarmente è fondamentale per creare fioriture continue poiché eliminando i fiori esauriti ritardi la produzione di semi che è l’ultimo stadio della fioritura della pianta che poi sfiorisce completamente.

Oltre a questa tecnica, elimina sempre anche il fogliame ingiallito o danneggiato dalla pianta. Proprio come con le vecchie fioriture, le piante utilizzano un’enorme quantità di energia cercando di curare il fogliame malato.

Concimazione e irrigazione

Sebbene non siano esigenti sulla concimazione extra, i gerani possono trarre grandi benefici da una dose regolare di fertilizzante.

Soprattutto per quelli che crescono in fioriere e vasi dove c’è un limite allo spazio e il terreno, una volta che ha esaurito i nutrienti, diventa “esausto”.

Una concimazione in piccole quantità ma costante è la migliore soluzione piuttosto che dare grandi dosi di nutrienti una volta tanto.

La concimazione costante mantiene la crescita a un ritmo uniforme e consente alla pianta di utilizzare il po’ di energia in più per le fioriture e la crescita delle foglie.

Per ottenere i migliori risultati, usa una dose leggera di un fertilizzante liquido per piante fiorite ogni 20 giorni.

I fertilizzanti liquidi agiscono rapidamente per fornire nutrienti, vengono assorbiti sia dalle le radici che dalle foglie della pianta.

Infine, l’irrigazione gioca un ruolo chiave sia nella formazione che nella continuità della fioritura.

Una pianta stressata da poca o troppa acqua rallenterà o addirittura interromperà la produzione di nuove fioriture.

Dovrai innaffiare vasi e fioriere più frequentemente rispetto ai gerani che crescono in piena terra. Ciò è dovuto semplicemente al fatto che tendono ad asciugarsi più rapidamente.

Ma è importante non permettere alle radici dei gerani di rimanere zuppe d’acqua per lunghi periodi.

In effetti, è meglio annaffiare i gerani meno frequentemente ma inumidendo tutta la zolla del vaso, piuttosto che innaffiare con poca acqua che non raggiunge le radici.

Controlla il terreno prima di annaffiare usando il dito indice, se senti umidità, lascia che il terreno si asciughi prima di annaffiare nuovamente.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.