Se il tuo Ciclamino sembra senza speranza prova a recuperarlo così

Che l’inverno non sia la stagione preferita da chi ha il pollice verde è risaputo. Eppure, questo non significa che in questa stagione non sia possibile coltivare piante.

Tra le più comuni e amate in questo periodo c’è sicuramente il Ciclamino: questa bulbosa è inconfondibile grazie ai suoi bellissimi fiori di colore rosso, bianco o viola.

Non sempre, però, con le tue cure e la tua esperienza, riesci a tenere il ciclamino sempre rigoglioso e in salute. Così, può capitare che questo inizi a seccare, a perdere i fiori e spesso anche le sue foglie. Nei casi più gravi, questa pianta può apparire totalmente secca e senza speranza.

In questi casi, non buttare via la pianta! Vediamo insieme cosa puoi fare per recuperare il tuo ciclamino.

Fagli “un bagno”

Anche se apparentemente senza speranza, il tuo ciclamino potrebbe essere soltanto molto debilitato dopo un lungo periodo di trascuratezza. Prova a rimediare con un… bagno!

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Prendi il ciclamino con tutto il vaso e mettilo in un lavandino o una bacinella pieni di almeno 5-7 cm d’acqua, lasciandolo lì per 15-20 minuti. In questo lasso di tempo, infatti, il ciclamino assorbirà tutta l’acqua di cui ha bisogno attraverso i fori di drenaggio alla base del vaso.

Dagli più luce

Se il tuo ciclamino è in uno stato di evidente sofferenza e sembra quasi irrecuperabile, puoi provare a spostarlo in un posto maggiormente illuminato e dove possa godere di un po’ di più di luce solare indiretta.

Quando non riceve abbastanza luce, infatti, il ciclamino deperisce in tempi molto brevi e può perdere tanto i suoi fiori quanto le sue foglie. Scegli sempre il posto più adatto in casa.

Alza la temperatura

Contrariamente a quanto si possa pensare, il ciclamino non ama il freddo, ma solo il fresco. Ecco perché, se l’hai tenuto a una temperatura troppo bassa, potrebbe essersi seccato.

Alza la temperatura o mettilo in una stanza dove le temperature non siano inferiori ai 12-13 °C. Dopo qualche settimana, se il problema era legato all’esposizione, il ciclamino dovrebbe iniziare a riprendersi.

Somministragli azoto

Per provare a recuperare il tuo ciclamino, apparentemente senza più vita, puoi stimolare la sua attività vegetativa attraverso la somministrazione di azoto: questa sostanza, infatti, è capace di supportare il ciclo vitale della pianta.

Puoi scegliere sia un fertilizzante specifico, in vendita in quasi tutti i vivai o negozi specializzati, oppure provare un rimedio fai da te. Un esempio? Puoi sbriciolare dei fondi di caffè e spargerli sul terriccio della pianta: questi, infatti, sono ricchi di azoto e, aumentando un po’ il pH, rendono il terriccio ottimale per le piante acidofile.

Prova a rinvasarlo

Se i precedenti rimedi non dovessero funzionare, puoi provare un ultimo tentativo. Rinvasa il tuo ciclamino, mettendolo in del nuovo terriccio.

Il nuovo terriccio deve essere leggermente acido (non dimenticare che il ciclamino è una pianta acidofila), ricco di sostanze nutritive e ben drenante. A volte, infatti, il terreno della pianta è ormai esausto e può contribuire al suo malessere generale.

Anche se non è il periodo migliore per il rinvaso, questo procedimento può servire come stimolo per la ripresa dell’attività vegetativa.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".