Se il tuo Albero di Giada sembra malato recuperalo così

Il motivo per cui un albero di giada (Crassula ovata) inizia a soffrire è comunemente un’eccesso di acqua intorno alle radici a causa di innaffiature scorrette.

Le foglie dell’albero di giada ingialliscono e cadono a causa del marciume delle radici e del lento drenaggio del terreno.

Per far rivivere una pianta di giada sofferente, devi rispettare loro condizioni di crescita ponendo l’accento sull’irrigazione e sulla quantità di luce solare.

Vediamo insieme se la tua pianta di giada sta perdendo le foglie, ingiallisce, o se le foglie sono diventate mollicce, ha un aspetto cadente o se non sta crescendo cosa puoi fare per salvarla!

Perdita delle foglie

Il motivo più comune per cui le piante di giada perdono le foglie è a causa dello stress da siccità dovuto all’irrigazione insufficiente o troppo leggera che fa sì che l’umidità non raggiunga correttamente le radici.

Le piante di giada perdono comunemente anche le foglie inferiori mentre crescono, il che non è un segno di stress ma un processo naturale.

Le foglie più vecchie nella parte inferiore spesso muoiono quando la pianta cresce e produce nuove foglie più in alto della pianta.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le piante di giada immagazzinano acqua negli steli, nelle foglie e nelle radici, quindi sembrano rugose quando non hanno abbastanza acqua.

Quando si verifica uno stress da siccità, le piante di giada lasciano cadere le foglie come strategia di sopravvivenza per ridurre la perdita d’acqua complessiva.

A volte le persone interpretano male il consiglio per cui “le piante di giada non hanno bisogno di molta acqua” e dunque danno pochissima acqua quando innaffiano mentre in realtà la pianta preferisce una buona innaffiatura uniforme seguita poi da un periodo di asciugatura.

Il modo per distinguere se la tua pianta di giada sta perdendo le foglie a causa dell’irrigazione eccessiva o insufficiente è che le foglie secche si avvizziscono prima di cadere mentre le foglie troppo zuppe tendono ad avere una consistenza molliccia e possono ingiallire prima di cadere.

Se la pianta di giada sta perdendo foglie a causa dello stress da siccità, allora richiede una buona innaffiatura. Metti il vaso in una bacinella d’acqua per 10 minuti per consentire all’acqua di penetrare correttamente nel terreno.

Innaffiare poco e spesso inumidisce solo la parte superiore del terreno e l’umidità non raggiunge le radici dove è necessario. Quando il terreno diventa asciutto al tatto, questo è il momento perfetto per annaffiare.

Assicurati che la pianta di giada abbia sole diretto. Le piante di giada preferiscono almeno 4 ore di sole.

Foglie gialle o marroni

Piante di giada con foglie che diventano gialle, marroni o traslucide e mollicce spesso sono causate da innaffiature troppo frequenti, terriccio poco drenante e uso di vasi senza adeguati fori di drenaggio alla base che possono provocare marciume radicale.

Le piante di giada sono piante grasse resistenti alla siccità che crescono in zone aride con piogge rare e terreni sabbiosi e drenanti che non trattengono molta umidità.

Per evitare che le foglie diventino gialle e mollicce è necessario ricreare alcune delle condizioni di crescita dell’ambiente nativo delle piante di giada con terreno sabbioso e drenante, annaffiando in modo abbondante e poi lasciando asciugare completamente il terreno.

È importante notare che le piante di giada in genere richiedono meno acqua durante i mesi invernali poiché il loro tasso di crescita e la richiesta di acqua si riducono a causa di meno ore di luce e di una minore intensità di luce.

Se stai annaffiando la tua pianta di giada più di una volta alla settimana, stai annaffiando troppo. Le piante di giada dovrebbero essere annaffiate solo quando il terreno nel vaso si è asciugato dall’ultima volta che hai annaffiato.

In genere è sufficiente annaffiare le piante di giada una volta ogni 14 giorni, ma questo può variare in base al clima, al periodo dell’anno e alle dimensioni del vaso in cui viene piantata la giada.

Sostituisci il terriccio. Anche se stai annaffiando la tua pianta di giada nella giusta quantità, le foglie possono comunque ingiallire e la pianta può morire se si trova in un terreno a drenaggio lento e che trattiene l’umidità.

Se la tua pianta di giada è piantata in un terriccio di bassa qualità o il terreno è umido per diversi giorni dopo l’irrigazione, svuota il vaso e sostituisci il terreno con un terriccio formulato per piante grasse e cactus.

Assicurati che se stai usando un sottovaso sotto il vaso principale e svuotalo regolarmente per consentire all’acqua di fuoriuscire liberamente in modo che il terreno possa asciugarsi

Albero di giada con grave marciume radicale

Se le foglie della tua pianta di giada continuano a ingiallire e sono sempre più molli, questo indica marciume radicale e un pieno recupero della crassula può essere difficile.

Tuttavia esiste un’opzione molto efficace per salvare la pianta di giada anche se sembra stia morendo.

Se proprio non c’è più niente da fare puoi recuperare le parti sane e moltiplicarle. Le piante di giada si propagano da foglie e talee da cui far crescere nuove piante.

Per ripristinare un aspetto ordinato alla tua pianta di giada potrebbe essere necessario potarla in modo abbastanza drastico e prendere alcune talee per la propagazione se la situazione è molto grave.

Se invece il marciume non ha ancora preso tutta la pianta, rinvasa ed elimina le radici marce lasciando quelle sane e sostituendo il terreno vecchio con una miscela fresca.

Pianta di giada che non cresce

Le piante di giada crescono molto lentamente in inverno in risposta a livelli ridotti di luce naturale e temperature più fresche e può sembrare che non crescano affatto.

La pianta di giada dovrebbe riprendere la normale crescita in primavera e in estate con più sole.

Le piante di giada possono anche crescere molto lentamente se si trovano a temperature più basse di 12°C.

La temperatura ottimale per la crescita delle piante di giada è compresa tra da 18°C ​​a 23°C, quindi sposta la tua pianta di giada in una zona più calda della casa.

Se la pianta di giada viene piantata in un vaso che è molto più grande della zolla, la pianta di giada tende a dirigere l’energia nella crescita delle sue radici piuttosto che nella crescita delle foglie e dei rami.

I vasi più grandi si asciugano anche più lentamente, il che può aumentare il rischio di marciume radicale per la tua pianta di giada.

Pianta sempre la giada in un vaso che sia proporzionato alle dimensioni della zolla di terreno per una pianta sana e per evitare il marciume radicale.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.