Avrai il Vaso perfetto per l’Orchidea se seguirai queste regole

Dietro ogni appassionato di orchidee, c’è il difficile compito di scegliere il contenitore e i vasi giusti per la coltivazione.

I vasi per orchidee selezionati in modo errato comportano spiacevoli conseguenze e persino danni alla fioritura.

Per scegliere correttamente i migliori vasi per le orchidee per Phalaenopsis, devi capire di quali condizioni ha bisogno per la salute, la crescita delle radici e la fioritura.

Vediamo allora come scegliere il vaso per la phalaenopsis!

Regole per la scelta del vaso

Per determinare quale vaso ti serve per la tua orchidea, è importante considerare i seguenti fattori:

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Un vaso piccolo è consigliato per una pianta giovane. Il vaso deve proteggere dall’ipotermia e dal surriscaldamento.

Il tipo di materiale del vaso che si adatta meglio è determinato dal tipo di pianta. Per le phalaenopsis, il sistema di radici richiede osservazione, motivo per cui è preferibile usare vasi trasparenti.

Ciò è necessario anche per determinare il livello di irrigazione. Puoi controllare il bisogno d’acqua del sistema di radici in base al loro colore, e questo è impossibile con un vaso non trasparente.

Il vaso va scelto anche in base alla capacità di assorbimento dell’acqua. Durante l’irrigazione, il fiore assorbe lentamente l’umidità. Per questo motivo, i vasi per orchidee devono essere dotati di fori di drenaggio dell’acqua.

Un punto importante è il volume del vaso, lo sviluppo delle radici dipende da questo fattore. La pianta non ha bisogno di spazio libero. La phalaenopsis che deve essere rinvasata perché è cresciuta va sistemata in un vaso con un diametro maggiore di almeno 1 cm.

Scegli il materiale adatto per le orchidee

Inizialmente, è importante prestare attenzione al materiale di fabbricazione del vaso. Ci sono molti modelli trasparenti e traslucidi. Vediamone ogni tipo in modo più dettagliato!

Vasi per orchidee in vetro

È necessario piantare un’orchidea in un vaso trasparente? Coloro che sono impegnati nella coltivazione di questa pianta diranno di .

E in realtà è così perché i le radici hanno bisogno di luce. Inoltre, il vaso in vetro consente di valutare appieno lo stato di salute dell’apparato radicale dell’orchidea.

Tuttavia, i contenitori trasparenti presentano alcuni svantaggi. Il vetro impedisce la penetrazione delle molecole d’aria. Alcuni notano che a volte le alghe crescono in un vaso di questo materiale. Se non ci sono abbastanza fori di ventilazione, sarà difficile crearne di nuovi nel vetro.

Anche se i vasi di orchidee di vetro hanno un aspetto lussuoso, nella scelta è importante dare la preferenza a un prodotto con un sistema di fori dettagliato.

Vasi di plastica per orchidee

I vasi di plastica devono soddisfare tutti i parametri richiesti. La trasparenza ti consente di prenderti cura delle radici.

Inoltre, non è difficile reperire un vaso in plastica per le orchidee e se il vaso scelto non ha abbastanza fori, sarà facile praticare ulteriori fori nel vaso. Per fare questo, usa un normale chiodo riscaldato sul fuoco.

A volte i coltivatori di fiori trovano questo problema: quando trapiantano un’orchidea, le radici sono passate attraverso i fori di drenaggio. In questo caso, il vaso di plastica ha un grande vantaggio: può essere tagliato e le radici vengono estratte, mantenendone l’integrità.

Il vaso di plastica ha un paio di svantaggi: è leggero e dunque instabile; non hanno un aspetto accattivante ma puoi compensare inserendolo in un coprivaso.

Un contenitore di plastica trasparente è il vaso giusto per un’orchidea, poiché consente alla luce del giorno di raggiungere le radici.

Vasi in terracotta

La terracotta non fa passare luce ma conduce bene il calore.

Tuttavia, la sua capacità di assorbire l’acqua lo rende perfetto per evitare marciumi dovuti a ristagni d’acqua.

Vasi per orchidee in ceramica

I vasi in ceramica per le orchidee sono opachi.

Il che significa che il monitoraggio dell’umidità del supporto non funzionerà. Tali modelli sono consentiti, ma al massimo come coprivasi.

Utilizzato come coprivaso, sarebbe perfetto per un’orchidea grande che ha bisogno di stabilità.

Tuttavia, superficie in ceramica trattiene i sali e le impurità dell’acqua. In questo stato, le radici richiedono un trapianto periodico.

Dimensione ideale del vaso per orchidee Phalaenopsis

Dopo aver capito perché le orchidee sono piantate in vasi trasparenti, dovresti prestare attenzione al numero di centimetri cubi che possono entrare nel contenitore.

Lo stelo in crescita della phalaenopsis è progettato in modo tale da non aver bisogno di vasi grandi per una crescita adeguata.

Per scegliere il modello giusto per il rinvaso, dovresti fare affidamento su alcune semplici regole.

Basta guardare le radici dell’orchidea, il volume del nuovo vaso deve contenerle completamente. Nel rinvaso, la dimensione del nuovo vaso di phalaenopsis è determinato dal diametro del vecchio vaso con l’aggiunta di 1-2 cm.

L’altezza deve essere identica al diametro. Sono queste proporzioni che consentiranno a questo sistema di svilupparsi correttamente.

Non usare un vaso con la parte superiore troppo stretta e se decidi di piantare 2 orchidee in un solo vaso è importante scegliere il volume giusto per permettere lo sviluppo delle radici di entrambe.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.