Rinvasa l’Albero di Giada per avere questi 3 benefici

Se hai poco tempo da dedicare al pollice verde, ma ami comunque le piante o vuoi semplicemente dare un tocco di verde alla tua casa, l’Albero di Giada è la pianta che fa per te.

Resistente e dalle caratteristiche foglie rotonde, questa pianta grassa è anche conosciuta con il suo nome botanico di Crassula Ovata.

Non ci sono particolari segreti di coltivazione che devi seguire, eppure esistono delle accortezze che possono aiutarti ad avere una pianta più bella e sana.

Sapevi, ad esempio, che rinvasare l’Albero di Giada porterà alcuni importantissimi benefici alla pianta? Ecco quali sono!

Crescita della pianta

Rinvasare la pianta significa principalmente metterla in un nuovo vaso, dal diametro più grande del precedente.

In questo modo, darai maggior spazio alle radici della pianta per espandersi. La conseguenza principale è uno stimolo alla crescita.

Ricorda che, se tieni la Crassula Ovata in un vaso piccolo, resterà piccola. Se, invece, la metti in un vaso più grande, col tempo, crescerà di conseguenza.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

N.B: quando cambi il vaso, scegline sempre uno nuovo dotato di fori di drenaggio. In questo modo, ridurrai il rischio di ristagni d’acqua.

Leggi qui per tutti i segreti su come coltivare questa pianta in casa.

Rami e foglie più resistenti

Quando rinvasi una pianta, nel nuovo vaso metti anche del terriccio nuovo. Questo è pieno di sostanze nutritive che, probabilmente, erano andate consumandosi nel precedente terreno.

La presenza di un’alta percentuale di sostanze nutritive fondamentali, come l’azoto, il potassio e magnesio, aiuterà il tuo albero di giada a diventare più forte e resistente.

In particolare, saranno le sue foglie e i suoi rami a beneficiarne. Le foglioline appariranno sin da subito più piene, spesse e di un verde più intenso. I rami vecchi diventeranno, invece, più solidi e duri, con lo sviluppo di nuove ramificazioni.

Scopri qui di che tipo di terriccio ha bisogno l’albero di giada.

Minor rischio di malattie

Un nuovo vaso e un nuovo terriccio sono, come hai appena scoperto, un vero e proprio toccasana per l’albero di giada.

Esiste, però, un ulteriore beneficio: rinvasare riduce il rischio di malattie.

Questo avviene perché un terreno nuovo, più morbido, è solitamente più drenante. Di conseguenza, si formano meno ristagni d’acqua che possono far marcire le radici e aumentare la proliferazione di malattie funginee.

Inoltre, cambiando il terreno ridurremo la presenza di animaletti, come i nematodi, che magari avevano proliferato proprio in un ambiente un po’ troppo stantio.

Vuoi scoprire tutte le varietà di questa pianta? Clicca qui per assecondare la tua curiosità!

Come e quando rinvasare

Il periodo migliore per rinvasare il tuo albero di giada è l’inizio della primavera, quando le temperature cominciano progressivamente a salire.

Rinvasando in questo momento, la pianta avrà dinanzi a sé sia la primavera che l’estate per assestarsi e crescere.

Nulla vieta, però, di rinvasare anche in altri momenti, purché le temperature siano comunque alte. Invece, è sconsigliato rinvasare nei mesi autunnali e invernali.

L’ideale sarebbe rinvasare una volta l’anno o, almeno, una volta ogni due anni.

Per rinvasare, estrai la Crassula Ovata dal suo vecchio vaso, magari ammorbidendo il terriccio con un po’ d’acqua. Nell’inclinare il vaso, fai attenzione a non lasciar cadere la pianta o potresti danneggiare irreparabilmente i suoi rami più legnosi.

Stai pensando di potare l’albero di giada? Ecco come fare.

N.B: nei giorni successivi al rinvaso, potresti vedere la pianta un po’ sofferente. Se questo stato non è eccessivamente lungo, può essere normale in quanto si tratta di un periodo di adattamento della pianta.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".