Tutto quello che devi fare per avere un Albero di Giada dalle foglie Verdi e Grandissime

Ti sei mai chiesto cosa è possibile fare per vedere l’albero di Giada bello e sano e provare a renderlo ancora più rigoglioso?

L’albero di Giada ben si presta ad essere rinvigorito, ed a dare il meglio di sé con pochi accorgimenti rivolti alle sue belle foglie carnose.

Segui questi consigli per avere sulla tua Giada foglie grandi e una chioma dai colori intensi e prospera.

Non privarla della giusta luce

L’albero di Giada gode di una luce piena e brillante, anche se poco esigente.

Assicurati che la sua posizione sia ideale e questo vuol dire non tenerla in casa. Se così, assicurati di scegliere un punto in cui riceva almeno 4 ore di luce diretta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Scegli una finestra esposta ad ovest, così la tua Giada potrà godere anche di luce diretta, non per forza cocente nei mesi estivi.

Sai che devi potarla?

Per incoraggiare la crassula ovata alla produzione di nuovi germogli ancora più frondosi e dalla nuova vita su tutta la lunghezza del ramo è fondamentale effettuare una potatura.

È così che attivi la parte ormonale della pianta e quindi una crescita più folta e prospera.

Devi applicare il taglio appena sopra un anello concentrico che trovi su uno stelo: quelli sono i nodi fogliari.  Taglia gli apici dei rami per incoraggiare la nascita dei germogli lungo i rami.

Effettua la potatura solo quando la pianta è sana poiché si tratta di un momento durante il quale la pianta necessita di energie per riprendersi.

Il momento migliore è in primavera. Le temperature del periodo di crescita calde e la luce intensa aiutano la pianta a riprendersi più rapidamente.

Dalle un terriccio ricco

Scommetto che non hai mai pensato a rinnovare il terriccio essendo una pianta grassa.

Per la sua tenacia lasci che il terriccio sia lo stesso per anni senza pensare che anche se non ha pretese, il terriccio nel tempo tende comunque ad esaurirsi.

Dalle una miscela nuova, ricca sia di materiale organico che di componenti grossolane come perlite in abbondanza, da rendere la miscela molto drenante.

Concima

Generalmente non è richiesto per l’albero di Giada ma non costa nulla preparare un fertilizzante liquido fai da te, a base di potassio con bucce di banana oppure ricco di azoto con fondi di caffè.

Si tratta di composti naturali quindi anche se non lo interrompi in momenti specifici dell’anno non accade nulla.

L’utilizzo che se ne fa può solo giovare alla pianta piuttosto che invece utilizzare concimi di natura chimica che possono bruciare o danneggiare l’intera pianta che non richiede concimi specifici.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.