Intervieni subito così se l’Albero di Giada mostra Rami Cadenti

Sembra strano dover aver a che fare con un albero di Giada che mostra rami cadenti, ma è senz’altro possibile.

Questo probabilmente perché abbiamo commesso alcuni errori in modo inconsapevole nella cura e la chioma ne sta mostrando le conseguenze.

Cosa possiamo fare per risolvere la situazione? Innanzitutto, conoscere le cause e sapere come intervenire.

Vediamo insieme in che modo recuperare un albero di giada con rami cadenti.

Terriccio sempre umido

Se innaffiamo l’albero di Giada come tutte le altre piante finiremo per dare acqua alla pianta anche quando non ne ha alcun bisogno, tenendo il terriccio costantemente umido.

Si tratta di una pianta grassa, trattiene l’umidità nelle sue belle foglie, quindi, non ha affatto bisogno di innaffiature frequenti.

Puoi innaffiarla anche una volta ogni quindici giorni, prestando attenzione sempre all’umidità del terriccio.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Un eccesso di acqua potrebbe cominciare a far marcire le radici e i suoi rami cominciano ad essere cadenti e le foglie a perdere di consistenza. Tieni sempre d’occhio la consistenza dei rami e delle foglie carnose perché è proprio tramite la consistenza di rami e foglie che ti accorgi del pericolo.

Non resta che rinvasare la pianta potando via le radici marce se ci sono e interrompendo le innaffiature per un po’.

Le dai abbastanza luce?

I rami potrebbero essere cadenti in virtù di una direzione che li mette proprio in cerca di luce, quasi a dirigersi verso di essa.

In questo caso l’albero di Giada potrebbe aver bisogno di più luce, per questo la ricerca.

È vero che resiste anche agli ambienti meno luminosi ma se noti che i rami cominciano a piegarsi allora ti sta chiaramente dicendo che il posto è sbagliato.

Scegli una zona più luminosa, che possa essere sia a sud che ad est, dalla quale la pianta possa godere di ore di luce diretta.

Hai recentemente spostato la pianta?

Se l’avessi di recente spostata da un ambiente all’altro, potresti aver causato uno shock alla tua pianta.

Le piante hanno bisogno di tempo per adattarsi in un posto nuovo del quale percepiscono temperatura e luce diversa, anche se in minima parte, anche se si tratta di una pianta la cui tenacia è davvero notevole come l’albero di Giada.

Se ti rendi conto che il cambiamento è drastico e la pianta sta soffrendo troppo perdendo addirittura le sue foglie, sarebbe meglio rimetterla dov’era prima.

Interrompi la somministrazione di fertilizzanti

Nell’intento di veder fiorire l’albero di Giada o di evitare un rinvaso con una somministrazione di nutrienti al terriccio senza sostituirlo, potresti aver utilizzato del fertilizzante in modo sbagliato rendendo eccessivamente saturo il terriccio.

Devi sempre diluire i fertilizzanti liquidi con acqua ben oltre le dosi indicate. I rami sono sofferenti perché potresti aver bruciato le radici con un eccesso di fertilizzante.

Se vuoi concimare la pianta fallo 1 volta ogni sei mesi durante la primavera, prediligendo fertilizzanti fai da te come quello a base di potassio ottenuto con bucce di banana, essendo una pianta che non richiede una concimazione regolare.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.