Come trattare la Calla durante la fioritura?

C’è qualcosa che posso fare per fare in modo che la mia calla in fiore possa avere un trattamento di riguardo e quindi restare bella a lungo?

Anche se la calla è una bulbosa senza pretese, il periodo di fioritura è il suo momento di massima espressione e bellezza; è proprio durante la fioritura che la calla mette tutte le sue energie e darle le dovute attenzioni è semplice.

Non farlo potrebbe ridurne le fioriture oppure ridurre la durata dei fiori e questo sarebbe senz’altro spiacevole per chi vuole rendere candide e floride le proprie aiuole in giardino.

Ecco tutto quello che devi fare per trattare la calla nel modo migliore possibile durante la fase di fioritura.

Rendi il terriccio nutriente

La prima cosa da fare è occuparsi di nutrire la tua calla adeguatamente, proprio nel momento in cui ne ha più bisogno.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Durante la fioritura munisciti di fertilizzante liquido da fornire diluito nell’acqua delle innaffiature.

Scegli un tipo di fertilizzante liquido per piante fiorite che abbia un contenuto maggiore di fosforo e potassio e poco azoto. Diminuisci sempre un po’ le dosi nell’utilizzo rispetto a quelle indicate.

Puoi anche ricorrere a fertilizzanti fai da te a base di bucce di banana, ricchi di potassio e ideali se non vuoi incorrere in controindicazioni per l’utilizzo di fertilizzanti chimici.

In questo modo non dovrai nemmeno preoccuparti di un sovradosaggio, trattandosi di un fertilizzante naturale. Concima almeno due volte al mese.

Innaffiala abbondantemente

Devi saper variare le innaffiature in base al periodo dell’anno se vuoi ottenere un buon risultato e una pianta in piena salute e prospera.

Durante il periodo di fioritura, generalmente quello primaverile, le innaffiature devono essere abbondanti, poiché i bulbi apprezzano un terriccio umido. Attenzione: umido non vuol dire zuppo.

Prediligi acqua piovana o fai in modo di usare acqua ammorbidita poiché non è il massimo per la calla utilizzare acqua calcarea.

All’inizio della primavera può bastare una cadenza settimanale, ma quando la calura comincia a farsi sentire sarebbe bene innaffiare la calla anche due volte a settimana.

Il terriccio tende a seccarsi più in fretta e potrebbe indurre in sofferenza l’intera pianta. Te ne accorgerai immediatamente dal fatto che i lunghi steli tenderanno ad afflosciarsi e le foglie a piegarsi verso il basso.

Proteggila dal sole diretto

Generalmente una bulbosa come la calla predilige una temperatura mite, intorno ai 20 gradi.

Anche se amano le esposizioni luminose, la luce diretta e quindi il sole cocente potrebbe mettere a dura prova la fioritura.

La pianta potrebbe non avere abbastanza energie per sopravvivere ai raggi cocenti e produrre i fiori contemporaneamente.

Per questo motivo scegli un punto del tuo giardino parzialmente ombreggiato, soprattutto nelle ore centrali della giornata, da cui possa godere di luce indiretta.

Potrebbe essere utile piantare i bulbi sotto un albero più grande che possa fare ombra in fase di fioritura oppure scegliere un esposizione ad est, dalla quale godere di luce che anche se diretta è comunque del mattino e quindi delicata.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.