Coltiva a casa l’Aloe Vera con i trucchi dei vivaisti

Tutti amiamo e conosciamo le eccellenti proprietà dell’aloe, forse una delle piante che maggiormente proviamo a coltivare in casa.

Spesso però commettiamo errori grossolani, convinti che possa resistere a tutto essendo in un ambiente protetto come quello delle nostre case.

Anche se in casa, l’aloe richiede alcune specifiche attenzioni ed è necessario garantirle se vogliamo vederla prosperare.

Vediamo insieme di cosa ha bisogno nello specifico l’aloe se coltivata in casa.

Presta attenzione alla luce diretta dalla finestra

Quando viene coltivata all’interno, l’aloe deve essere collocata vicino ad una finestra ma la luce deve essere indiretta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Il sole diretto può bruciare la sua superficie tenera e preziosa quindi la luce va filtrata adeguatamente.

Scegli una finestra esposta ad est con i raggi luminosi e non eccessivamente caldi oppure fai in modo di schermare la finestra con delle tendine che possano filtrare la luce.

Innaffia al bisogno

L’aloe preferisce essere innaffiata regolarmente, purché il terreno si asciughi completamente tra un’annaffiatura e l’altra.

Ricorda che se tenuta in casa, il terriccio asciuga molto più lentamente e rischi di tenerla sempre nel bagnato.

Questo potrebbe farla marcire. Perciò testa l’umidità del terriccio con le dita e innaffia solo quando è completamente asciutto.

L’aloe vera diventa dormiente in inverno e non richiede innaffiature, se non una volta al mese o più.

Scegli la stanza più adatta

L’aloe cresce naturalmente in ambienti aridi, quindi imitare queste condizioni ti permetterà di farla prosperare.

Di certo metterla in una stanza buia non è il massimo così come scegliere stanze che hanno un tasso di umidità elevato può essere pericoloso.

Scegli stanze della casa che non siano umide come il bagno o anche la cucina, luoghi ricchi di vapori che col tempo possono far ammalare le foglie di aloe e cominciare  a deturparle.

Se la tieni vicino ad una finestra, ricorda di non sottoporla in inverno ed eccessivi sbalzi di temperatura. Tienila inoltre lontana da dispositivi che riscaldano l’ambiente come termosifoni o condizionatori.

Ha bisogno di essere potata?

L’aloe vera ha bisogno di potatura solo se le foglie sono avvizzite o malate. Solo in questo modo eviterai che alcune problematiche possano diffondersi a tutta la pianta.

Per fare ciò, utilizza cesoie disinfettate e pota l’intera foglia alla base, mai al centro. Questo incoraggerà una nuova crescita rendendo la pianta esteticamente gradevole.

Quando rinvasarla?

L’aloe vera ha un apparato radicale poco profondo ma che tende ad allargarsi e ad emergere in superficie.

È meglio assicurarle sempre un vaso largo piuttosto che un vaso profondo, nel quale possa espandere in modo corretto le sue radici senza essere costretta in spazi angusti.

Anche se la crescita risulta piuttosto lenta, puoi rinvasare un esemplare di aloe almeno una volta all’anno per garantirle lo spazio di cui ha bisogno.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.