Cosa dovresti fare appena trovi le ragnatele sulle foglie delle piante

Da lontano, la tua pianta d’appartamento con le foglie marroni potrebbe sembrare solo bisognosa d’acqua ma se dai un’occhiata più da vicino capisci che c’è qualcosa di strano.

Noti piccole ragnatele tra gli steli delle foglie e piccoli puntini chiari sulla pagina superiore della foglia, che succede?

Niente di grave, è un’infestazione di acari, ma devi agire subito perché sono parassiti molto veloci nella riproduzione.

Scopriamo insieme cosa fare se la tua pianta ha delle ragnatele sulle foglie!

Quali sono i segni dell’infestazione

Diamo un’occhiata a come individuare questi parassiti. La prima cosa che probabilmente noterai sono delle puntinature sulle foglie della tua pianta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Guardando più da vicino, vedrai piccole e delicate ragnatele negli angoli degli steli o sotto le foglie con quelli che sembrano minuscoli punti bianchi sparsi ovunque.

Si tratta di acari. È difficile vederli finché la loro popolazione non esplode e sappi che anche gli acari sono marroni e rossi. Altri segni del loro danno sono macchie marroni e buchi nelle foglie.

Acari del ragno e danni alle foglie

Gli acari sono difficili da vedere ad occhio nudo, ma gli adulti hanno otto zampe e piccoli corpi ovali e possono presentarsi in una varietà di colori.

Questi parassiti sono particolarmente fastidiosi a causa della loro capacità di raddoppiare la loro popolazione in poche settimane.

Si riproducono rapidamente in condizioni calde e secche e possono essere un problema più grande in inverno quando il sistema di riscaldamento è sempre acceso e asciuga l’aria.

Gli acari si nutrono dei materiali delle cellule vegetali e, mentre continuano a danneggiare la tua pianta, le foglie diventeranno maculate, appassiranno, diventeranno marroni o gialle e cadranno.

Gli acari del ragno prendono di mira gli stomi delle foglie (un po’ come i pori che regolano la ritenzione idrica in diversi ambienti) rendendoli vulnerabili alla perdita d’acqua. Alla fine, quando abbastanza foglie si avvizziscono e cadono dalla pianta, la pianta può indebolirsi e morire.

Come prevenire l’infestazione

Due sono le cose che puoi fare se vuoi prevenire il problema degli acari: pulire con costanza le foglie e mantenere alta l’umidità del terreno e dell’ambiente intorno alla pianta.

Gli acari del ragno amano le foglie polverose sulle piante che soffrono di stress idrico. Un buon modo per scoraggiarli è pulire periodicamente le foglie sporche e assicurarsi che il programma di irrigazione sia adatto alla tua pianta.

Dal momento che agli acari piace che il terreno e l’ambiente siano secchi, mantenere l’aria umida intorno alle piante è un ottimo modo per dissuaderli dal depositarsi sulla pianta.

Usa un umidificatore per la stanza, spruzza periodicamente acqua sulle piante o lascia evaporare un contenitore d’acqua nelle vicinanze.

Come trattare l’infestazione

Prima di agire con il trattamento, assicurati che gli acari del ragno vivano effettivamente sulla tua pianta.

Spesso le colonie di acari sono già scomparse prima che ti accorga del danno. Prova a scuotere alcune foglie che sospetti di avere acari di ragno su un foglio di carta bianca per verificare la presenza di piccoli parassiti, che si presenteranno come piccoli punti in movimento.

La prima cosa che dovresti fare quando scopri gli acari del ragno è isolare la pianta dalle altre.

Usa alcuni acaricidi disponibili in commercio con ingredienti naturali per portare a termine il lavoro, lasciando la pianta illesa. Assicurati di testare il tuo spray su una foglia prima di spruzzare l’intera pianta.

Usa il piretro: è un derivato da un parente del crisantemo, questo acaricida è il migliore per cominciare.

Anche la cannella può servire, non uccide le uova, ma è efficace per uccidere gli acari adulti. Spruzza una miscela a base di cannella sulla tua pianta ogni 3 giorni per un paio di settimane per assicurarti di eliminarli tutti.

L’olio di neem è un trattamento efficace per tutti i tipi di parassiti. È derivato dalle noci dell’albero sempreverde di Neem e non solo tratterà il problema, ma fornirà anche un po’ di repellente per le nuove creature.

Dovrai riapplicare regolarmente l’olio di neem poiché ci vuole un po’ perché diventi efficace.

Anche l’olio di rosmarino ha la stessa funzione di quello di neem, dovrai diluire l’olio di rosmarino con acqua e può essere un trattamento efficace per gli acari, in particolare per le erbe e le piante che vuoi raccogliere e mangiare in seguito, poiché non è tossico per l’uomo.

Se non vuoi uscire a comprare dei prodotti formulati puoi crearne uno tu con l’alcool denaturato: mescola l’alcool denaturato con acqua e spruzza la miscela sulla pianta o usalo per pulire manualmente le foglie.

Un modo per combattere gli acari è quello di innaffiare regolarmente la pianta con il soffione da doccia utilizzando acqua a temperatura ambiente, prestando particolare attenzione alla parte inferiore delle foglie.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.