Fare la doccia alle piante: a cosa serve e come si fa

Alla fine di un inverno lungo e secco, le tue piante hanno bisogno di una pulizia profonda.

Ecco perché devi fare la doccia alle tue piante d’appartamento ogni stagione (non solo in primavera).

Inoltre, ti svelo un piccolo trucco per mantenere le tue piante d’appartamento annaffiate per settimane, così da non preoccuparti di loro per un po’.

Scopriamo quindi insieme come si fa la doccia alle piante e a cosa serve!

Scegli il momento giusto

Passato l’inverno, le piante sono ormai sopravvissute al periodo dell’anno peggiore per loro: in inverno hanno poca luce solare e spesso con i riscaldamenti accesi si seccano molto velocemente.

Per questo, il momento giusto per fare la doccia alle tue piante è proprio l’arrivo della primavera.

Parte del tuo rituale di pulizie di primavera è fare la doccia a tutte le tue piante d’appartamento, così da rinfrescarle e purificarle.

Questo metodo va bene anche per le piante che di solito tieni all’esterno, purché siano piantate in vaso e non siano troppo grandi.

Come si fa la doccia alle piante

Se hai una vasca capiente puoi mettere le tue piante in vaso direttamente nella vasca da bagno.

Usa il getto d’acqua per lavarle per bene: sciacqua le parti superiori e inferiori delle foglie e bagna il terreno finché l’acqua non scorre liberamente dal fondo dei vasi.

Questo lavaggio accurato nutre e idrata le tue piante più della loro solita annaffiatura.

Un altro vantaggio della doccia è che in questo modo puoi innaffiare di nuovo anche dopo molto tempo perché hai bagnato completamente il terreno e si asciugherà più lentamente.

Quali sono i benefici

Mettere le piante sotto la doccia ha molti benefici, tra questi: aiuta a rimuovere polvere e parassiti dalle foglie.

Inoltre, la doccia aiuta a contrastare la bassa umidità della tua casa e rimuove la polvere e lo sporco che possono essersi accumulati sulle foglie durante l’inverno, così da consentire alla pianta di respirare.

Pensala come una pulizia profonda per le tue piante d’appartamento, poiché la spolverata classica che fai una volta a settimana rimuove solo la polvere in superficie.

Toccasana per piante tropicali

Se hai piante d’appartamento tropicali ti farà piacere sapere che queste piante amano fare la doccia.

Piante come il banano, la monstera o la palma kentia che crescono meglio in ambienti umidi, adoreranno una bella doccia poiché aumenta i livelli di umidità intorno a loro.

Soprattutto se di solito ti dimentichi di nebulizzarle regolarmente, questi tipi di piante saranno più felici se le lasci sotto la doccia un paio di volte all’anno.

In questo modo non fai altro che simulare una pioggia calda e rinfrescante.

Rimuove i sali dei concimi

Fare la doccia alle piante d’appartamento aiuta anche a ridurre l’accumulo di sale in eccesso dovuto al concime.

Le piante in vaso, infatti, non sono circondate da grandi quantità di terreno (come avviene in giardino) che aiuterebbe a distribuire i minerali, quindi i sali in eccesso dei concimi possono accumularsi nel tempo.

Un accumulo pesante di questi sali nel terreno delle tue piante può portare ad avvizzimento, caduta delle foglie inferiori, punte delle foglie marroni e crescita ridotta, poiché i sali impediscono alla pianta di assorbire acqua.

Posso lavarle all’esterno?

Questo metodo va bene per le piante d’appartamento che metterai in una vasca da bagno, ma puoi fare la doccia anche alle piante che hai all’esterno o in cortile.

Grandi gruppi di piante in vaso possono essere portati all’aperto e puoi fare la doccia con un tubo da giardino dotato di un ugello a spruzzo delicato.

Per intenderci, l’acqua deve fuoriuscire in modo diffuso, così da distribuirsi ovunque senza accumularsi troppo.

Se vedi pioggia nelle previsioni, puoi semplicemente lasciare le tue piante fuori: quella è l’acqua più adatta alle piante, poiché l’acqua piovana non ha additivi.

Dopo la doccia, puoi dare alle tue piante d’appartamento una potatura rapida tagliando le punte delle foglie marroni o gli steli morti, oppure cambiando il terriccio se sono passati alcuni anni da quando le hai piantate.

Mi raccomando, evita di fare la doccia alle piante che non amano bagnare le foglie, come violette africane, ciclamini e begonie.

Ogni quanto devi farlo

Idealmente, dovresti fare la doccia alle tue piante d’appartamento due volte l’anno in primavera e in autunno.

Ovvero dopo le stagioni difficili come un inverno secco e un’estate calda che possono creare problemi alle piante d’appartamento.

Se hai tempo e voglia, mettere le tue piante sotto la doccia una volta per stagione è ancora meglio.

Usa l’acqua tiepida o a temperatura ambiente per le tue piante d’appartamento.

In realtà è meglio innaffiare le tue piante con acqua tiepida che con acqua molto fredda, poiché alcune piante sono sensibili all’acqua gelida.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.