Come innaffiare la palma Kenzia

Le palme Kenzia sono molto utilizzate come piante d’appartamento poiché sono facili da curare e non danno molti problemi.

In più le sue fronde grandi e alte dall’aspetto tropicale decorano la tua casa rendendo accogliente anche una stanza spoglia o ravvivando una parete bianca.

Tuttavia, anche se è molto semplice da curare, potresti chiederti quanto e quando va innaffiata la tua palma.

Quindi scopriamo subito insieme come innaffiare la tua palma Kenzia!

Quante volte innaffiare

Una volta stabilite, le piante di Kenzia sono abbastanza resistenti alla siccità.

Come tutte le piante, però, la kenzia non ama avere il terreno eccessivamente secco o, al contrario, troppo zuppo d’acqua.

Non c’è bisogno di stabilire un programma di annaffiatura regolare, perché spesso il tempo che il terreno impiega per asciugarsi tra un’annaffiatura e l’altra dipende da molti fattori.

Questi fattori sono: la temperatura, se la tieni all’esterno o all’interno, l’umidità dell’ambiente e via dicendo.

Il consiglio generale è innaffiare solo quando i due centimetri superiori del terreno iniziano ad asciugarsi.

Nebulizza di tanto in tanto la palma Kenzia, soprattutto se la tieni in casa, per dare alla pianta un po’ di umidità e per rimuovere eventuali accumuli di polvere sulle foglie.

Segni che sta innaffiando troppo

Uno dei problemi che possono sorgere quando non sai come innaffiare correttamente la tua pianta è innaffiare tanto pensando di fare del bene alla pianta.

Se il terreno è sempre zuppo, allora hai innaffiato troppo. Dare troppa acqua è uno dei modi più comuni con cui le persone uccidono queste piante.

Non richiedono molte cure le palme kenzia, ma è importante annaffiare la pianta solo quando è necessario.

Se dai troppa acqua puoi far marcire le radici e la pianta non sarà in grado di assorbire l’acqua dalle radici stesse.

Assicurati di controllare spesso il terreno per vedere se la tua palma kenzia ha bisogno di acqua o meno.

Tasta con le dita lo strato superiore del terreno: se è asciutto, sarà necessario annaffiare, ma assicurati di non innaffiarlo troppo.

Per la palma kenzia è utile anche nebulizzare le foglie per aiutare a simulare l’umidità dell’ambiente naturale delle piante.

Ciò impedisce anche che si accumulino la polvere e gli acari dei ragno che possono uccidere la tua pianta.

Segni che stai innaffiando poco

Anche innaffiare troppo poco la tua palma kenzia può causare molti problemi.

Può far sì che le punte delle foglie diventino gialle e alla fine muoiano e diventino di colore marrone.

Le foglie diventeranno secche e un po’ fragili e malsane. Se non innaffi abbastanza la kenzia, i gambi della pianta inizieranno a piegarsi e non avranno l’energia per crescere verso l’alto.

Per assicurarti di innaffiare abbastanza la tua pianta, dovresti controllare il terreno regolarmente: controlla anche le foglie e gli steli per vedere se stanno cambiando colore o forma.

Consigli sulla cura generale

Importante è l’annaffiatura giusta per la palma kenzia, ma importante è anche sapere quali sono le cure generali di cui ha bisogno una pianta.

Le palme Kenzia crescono meglio in un terreno drenante, in un ambiente umido dove le temperature variano tra i 18 e i 28 gradi centigradi.

Innaffia quando i primi due o tre centimetri di terreno diventano asciutti e concima mensilmente.

Metti la pianta in un posto luminoso così che possa crescere velocemente e, soprattutto, in modo che il terreno appena innaffiato possa asciugarsi nel modo giusto.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.