Come mantenere puliti e curati i Cymbidium

L’orchidea cymbidium è una delle varietà più belle di orchidee. Questa specie ha fiori con petali più allungati ed eleganti rispetto alla classica phalaenopsis.

Pur essendo una pianta da interno (ma anche da esterno!) molto bella e facile da curare, l’orchidea cymbidium ha bisogno di essere mantenuta in ordine.

È un lavoro molto semplice e poco impegnativo perché basta farlo una o due volte l’anno ma ti aiuterà ad avere una pianta dall’aspetto più sano.

Scopriamo insieme come mantenere puliti e curati i cymbidium!

Perché mantenere la pianta in ordine

La varietà di orchidee cymbidium sono diverse dalle classiche phalaenopsis, la prima differenza è che presentano dei rigonfiamenti alla base delle foglie.

Questi rigonfiamenti vengono detti pseudo-bulbi proprio perché somigliano a piccoli bulbi da cui spuntano le foglie.

In genere, i cymbidium devono essere tenuti in ordine perché durante l’inverno si sviluppano delle parti secche, sia intorno ai bulbi sia vicino le foglie.

Inoltre, tenendoli puliti e in ordine, prepari i tuoi cymbidium alla primavera, ovvero alla loro stagione di crescita.

Eliminare le foglie gialle

La prima fase della pulizia dei cymbidium consiste nell’eliminare le foglie gialle e secche.

È importante tagliarle con delle cesoie da potatura sterilizzate per evitare di trasmettere batteri e malattie alla tua orchidea.

Basta rimuovere le foglie gialle alla base vicino al bulbo. Le foglie alla base della pianta ingialliscono per il ciclo naturale della pianta, quindi è normale.

Tuttavia, se noti che tutte le foglie ingialliscono vuol dire che c’è qualche problema o che la tua pianta è malata.

Una volta eliminate le foglie completamente gialle, puoi tagliare anche le punte secche in cima alle foglie.

Le orchidee cymbidium, infatti, sono sensibili alle fertilizzazioni quindi sviluppano più di altre varietà di orchidee punte secche e marroni.

Quando elimini le foglie secche dagli pseudo-bulbi, osserva bene, poiché dal bulbo può spuntare un nuovo getto verde che sarà la nuova crescita: attenzione a non rovinarlo!

Eliminare i vecchi steli

Una parte dell’orchidea cymbidium che puoi eliminare completamente è lo stelo fiorifero vecchio, ovvero lo stelo su cui spunta il fiore.

Una volta che il fiore è sfiorito completamente e lo stelo è secco, taglia alla base tutti gli steli vecchi e secchi facendo attenzione sempre ad usare forbici pulite.

Non preoccuparti, crescerà un nuovo stelo dalla base della pianta che porterà una nuova fioritura.

Cura generale dopo la pulizia

Dopo aver messo in ordine la pianta eliminando le parti morte e ingiallite, avrai un’orchidea sana e bella anche da vedere.

Non è necessario tenere l’orchidea pulita eliminando le foglie morte o i fiori sfioriti, ma sicuramente tenere una pianta pulita aiuta anche a tenere lontani malattie e parassiti.

Dopo questo passaggio, continua a curare e ad innaffiare i tuoi cymbidium come sempre.

Meglio se metti le tue orchidee al sole in modo che le nuove crescite possano svilupparsi meglio e più in fretta.

 

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.