Come potare la Bougainville nel modo giusto

La Bougainville è una pianta rampicante molto decorativa ma quando viene coltivata in condizioni ottimali può crescere velocemente.

Proprio per questo ha bisogno di una potatura costante anche per evitare che diventi infestante.

Le Bougainville seguono naturalmente un ciclo di fioritura seguito da un periodo di riposo. Ti consiglio la potatura durante il periodo di riposo dopo ogni ciclo di fioritura.

Scopriamo insieme come potare la Bougainville nel modo giusto!

Quando potare la Bougainville?

Il momento giusto per potare la Bougainville è all’inizio della primavera, quando i nuovi germogli non si sono ancora formati.

Poiché la Bougainville fiorisce in estate, in genere da giugno a settembre, è giusto potare qualche mese prima che inizi la fioritura così da non tagliare i nuovi boccioli.

Potare la tua Bougainville in inverno invece potrebbe rendere la pianta più debole in un periodo in cui dovrebbe essere resistente al freddo, quindi meglio evitare.

Ogni quanto potare la Bougainville?

Poiché la Bougainville è una pianta che va controllata nel tempo, va potata anche più volte l’anno se ce n’è bisogno.

Devi sapere che i suoi rami possono diventare infestanti e insediarsi anche sotto le tegole del tetto se non la tieni sotto controllo.

In genere, se hai bisogno di potare spesso, considera che la Bougainville alterna periodi di fioritura a periodi di riposo, puoi potare tranquillamente ogni volta che si trova nella fase di riposo.

Come mantenere la forma

La potatura drastica è diversa dalla cimatura della Bougainville: la cimatura consiste nel fare dei piccoli tagli per mantenere la forma della pianta.

Se ti piace avere una Bougainville in ordine, puoi tagliare piccole parti in qualsiasi periodo dell’anno.

Inoltre, puoi tagliare in qualsiasi momento anche i rami morti e le parti malsane per evitare che le malattie si diffondano e per scongiurare i parassiti.

Come potare

Prima di tutto, assicurati che le cesoie siano pulite e sterilizzate.

Dirada la pianta rimuovendo rami interi fino al tronco principale. Pota dall’esterno della pianta in modo da poter raggiungere man mano l’interno.

Rimuovi i rami sottostanti che non hanno ricevuto luce sufficiente e che sono per questo malconci.

Modellala come vuoi che appaia e potala più volte l’anno: fiorirà con un tripudio di colori e più rigogliosa.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.