Lauroceraso: guida alla potatura

Il magnifico lauroceraso è molto decorativo coltivato in giardino, sia piantato come elemento solitario che come siepe.

Gli allori ciliegio vengono coltivati ​​per una serie di motivi e scopi diversi, ma fondamentalmente il regime di potatura per quanto riguarda i tempi è lo stesso per tutti.

La principale differenza di come potare gli allori dipende dalla varietà e dall’abitudine di crescita.

Alcuni allori vengono coltivati ​​come piante tappezzanti. Altri sono coltivati ​​come grandi arbusti o siepi. Come con tutti gli arbusti sempreverdi, è meglio potarli nella stagione di crescita.

Se vuoi la caratteristica aggiuntiva dei fiori, il tempismo è abbastanza importante.

Quindi vediamo insieme come e quando potare il lauroceraso!

Potatura a marzo

Piante e arbusti che crescono vigorosamente come il lauroceraso possono diventare così grandi da diventare ingombranti per il loro spazio previsto nel giardino.

Fortunatamente questi arbusti possono sopportare potature abbastanza drastiche per tenerli sotto controllo.

Un vecchio lauroceraso che è diventato legnoso e/o è diventato troppo grande potrebbe richiedere una potatura vigorosa.

Marzo è il momento migliore per questo. Questo dà alla pianta tutto il tempo per ricrescere dopo la potatura. Potrebbe essere una buona idea tagliarlo regolarmente da quel momento in poi per tenerlo sotto controllo.

Taglia la pianta appena sopra il suolo. Tuttavia, questo non dovrebbe essere preso troppo alla lettera, poiché devi lasciare abbastanza della pianta per far sì che sviluppi nuovi germogli.

Puoi determinare la giusta altezza di potatura osservando dove si ramificano i rami principali.

Questa struttura di rami dovrebbe essere lasciata intatta dopo la potatura. Più rami rimangono dopo la potatura, più cespugliosa diventerà la pianta. Dovresti quindi tagliare appena sopra il punto in cui i rami si dividono.

I nuovi germogli si svilupperanno dalle gemme dormienti su questi rami.

Potatura da giugno a settembre

Il momento migliore per tagliare in forma un lauroceraso va da giugno a settembre.

Se un arbusto come il lauroceraso diventa molto più grande di quanto avevi inizialmente previsto, può essere potato in un modello più compatto.

Nel caso di arbusti sempreverdi come il lauroceraso, cerca di non tagliare troppe foglie durante la potatura, poiché ciò rende l’arbusto poco attraente.

Quando tagli la forma, seleziona i rami divisi uniformemente sulla pianta e taglia questi rami appena sopra una foglia.

I rami giovani cresceranno dalle gemme all’ascella delle foglie. Non lasciare lunghi ceppi sopra le foglie poiché questi ceppi moriranno e sembreranno disordinati.

Se hai un piccolo arbusto, devi solo accorciare i rami di circa 10-15 cm. Per arbusti più grandi, è possibile rimuovere 30-50 cm.

Per mantenere l’aspetto naturale, non tagliare esattamente la stessa lunghezza da ciascun ramo.

Seleziona in anticipo i rami che vuoi potare, presi da tutta la pianta, per assicurarti di potare in modo uniforme e non lasciare grandi spazi vuoti.

Potatura del lauroceraso come siepe

Una siepe di lauroceraso dovrebbe essere potata due volte l’anno.

Prendi in considerazione i due periodi di crescita del lauroceraso in un anno e pota di conseguenza.

La prima potatura può essere effettuata all’inizio di giugno.

Se poti in seguito eliminerai la nuova crescita del secondo periodo di crescita. La seconda potatura può essere effettuata a fine settembre.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.