Se la tua Monstera è cresciuta troppo ecco quando è il momento di potare

Una splendida rampicante originaria delle foreste pluviali dell’America centrale e meridionale, la Monstera deliciosa è una pianta che cresce rapidamente.

Poiché queste piante possono diventare rapidamente enormi, potresti chiederti come, se e quando dovresti potare la tua Monstera.

Anche se può sembrarti strano eliminare alcune foglie della Monstera poiché vengono coltivate soprattutto per le foglie, devi sapere che la potatura incoraggia la crescita e si traduce in una pianta più sana.

Vediamo allora insieme come e quando potare la Monstera se la tua è cresciuta troppo!

Dovresti potare una Monstera Deliciosa?

La risposta è sì! Quasi tutte le piante beneficiano di potature periodiche. Oltre a incoraggiare la crescita, la potatura è fondamentale per mantenere la salute generale della tua pianta.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le monstera crescono molto rapidamente, quindi la potatura non è mai nociva.

Il fogliame più vecchio su una Monstera matura morirà nel tempo, provocando foglie ingiallite e morenti.

Per questo motivo, queste parti più vecchie della pianta sono più suscettibili alle infezioni e alle malattie.

Le monstera sono generalmente piante resistenti, ma un’infezione, come il marciume dello stelo, non è rara.

La potatura è importante anche se hai paura che la tua Monstera diventi troppo grande per il tuo spazio in casa o che diventi indisciplinata.

La potatura regolare può mantenere la tua pianta della dimensione giusta da essere gestibile senza danneggiarla.

Quando è il momento migliore per potare?

In generale, il momento migliore per potare qualsiasi pianta d’appartamento è poco prima che entri nella sua stagione di crescita.

Le piante entrano in un periodo dormiente in inverno a causa della mancanza di luce solare disponibile, che impedisce loro di produrre nutrienti per continuare a crescere.

Durante questi periodi, le piante producono poca o nessuna crescita e richiedono meno acqua per sopravvivere.

La maggior parte delle piante inizia a uscire da questo periodo dormiente all’inizio della primavera, quando le giornate iniziano ad allungarsi e le temperature iniziano a salire.

Questo è il momento migliore per potare perché si sta preparando ad entrare in un periodo di crescita attiva, il che significa che sarà più facile riparare i danni causati dalla potatura.

Dove potare la Monstera

Dove potare una Monstera dipende molto dal tuo obiettivo. Se vuoi evitare che diventi troppo grande per il suo vaso, dovrai tagliare con cura le sue radici.

Se vuoi sbarazzarti delle foglie morte o malate, dovresti tagliarle sul gambo.

Ma se vuoi riutilizzare i tagli (sani, ovviamente) della tua pianta? Puoi farlo con la moltiplicazione per talea.

La moltiplicazione è il processo per cui puoi prendere parti di una pianta consolidata e far spuntare nuove radici in terreno o in acqua, in modo che si origini una nuova pianta.

Se il tuo obiettivo è potare per la moltiplicazione della Monstera, dovrai tagliare sotto un nodo.

I nodi sono la parte dello stelo della tua pianta dove crescono gli steli e le foglie. Sulla Monstera, i nodi sono rialzati e ben visibili.

Se non sei sicuro di dove si trovi un nodo sulla tua pianta, scegli una foglia e seguila fino al punto in cui incontra lo stelo principale. Dovresti trovare un nodo lì.

Tagliare al di sotto dei nodi è l’unico modo per propagare con successo una talea di Monstera.

Come potare passo passo

Per tagliare una monstera che è cresciuta troppo puoi usare delle cesoie da giardino o un coltello affilato.

Assicurati di sterilizzare il tuo strumento prima di tagliare per evitare di diffondere malattie alla tua pianta.

Se hai una pianta troppo cresciuta e indisciplinata, il processo potrebbe essere un po’ più complicato.

Nel caso di una Monstera molto grande, rimuovere troppa crescita a casaccio può essere dannoso e causare uno shock che danneggia la tua pianta e ne ostacola la crescita.

Cerca steli o rami con più foglie e prova a ritagliare quelle aree. Ciò ti consentirà di fare più progressi con un numero inferiore di tagli, riducendo così il rischio di introdurre batteri o infezioni nella tua pianta.

Più tagli fai, più possibilità ci sono di infettare la Monstera.

Elimina le parti malate

Se hai la tua Monstera da molto tempo, potrebbe iniziare a sembrare un po’ malandata. Le monstera spesso perdono la crescita più vecchia, provocando l’ingiallimento delle foglie che alla fine muoiono.

Alcune foglie che hanno questo comportamento, specialmente su una pianta più vecchia, non sono una preoccupazione, è il ciclo naturale della pianta se ciò accade alle foglie più vecchie.

Se la tua pianta non è molto vecchia o mostra improvvisamente molto ingiallimento su tutta la pianta, questo potrebbe indicare un problema come l’irrigazione eccessiva o il marciume radicale.

Se è così, dovrai affrontare il problema principale prima di poter fare qualsiasi altra cosa.

Qualsiasi parte con buchi malsani (non le naturali finestrature) dovrebbe essere tagliata oltre alle foglie ingiallite o morte.

Dopo averlo pianificato, segui semplicemente la foglia fino all’attaccatura allo stelo principale e taglia il più vicino possibile senza tagliare lo stelo principale. Come sempre, usa forbici disinfettate.

Le foglie che non sembrano sane non dovrebbero essere utilizzate per propagare talee. Non preoccuparti della potatura sotto i nodi in questa situazione. Dopo aver terminato la potatura, getta o composta le foglie che hai rimosso.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.