Come salvare la Monstera dal marciume

Sebbene la Monstera Deliciosa sia una pianta tropicale che ama l’umidità, è sempre possibile che venga colpita dal marciume radicale.

Fortunatamente, è spesso possibile salvare la tua Monstera da questa malattia che di solito compare quando hai innaffiato troppo la pianta.

A seconda della gravità del marciume, potrebbe essere necessario potare le foglie della tua Monstera in modo che le radici non debbano dedicare molta energia alla loro crescita.

Non è mai divertente, ma possono essere necessarie misure estreme quando si ha a che fare con una grave infezione come questa.

La buona notizia è che se la tua Monstera sopravvive a questo trattamento, alla fine dovrebbe ricrescere sana come prima.

Scopriamo insieme come salvare la monstera dal marciume radicale!

Perché la Monstera sta marcendo?

Spesso pensiamo che dare più acqua ad una pianta può fare solo bene, ma non sempre è così e anzi spesso si fanno solo danni.

È vero che le piante hanno bisogno di assorbire molta acqua per sopravvivere e crescere, ma un terreno che resta umido per tanto tempo è l’ideale per la diffusione di funghi e batteri.

Le radici della tua Monstera sono un succoso bersaglio per questi organismi.

Sebbene sia possibile salvare una Monstera dal marciume radicale, è sempre meglio stroncare sul nascere il problema con le cure giuste.

Uno degli errori che porta spesso al marciume è una annaffiatura sbagliata: ad esempio innaffiare quando la pianta ha ancora il terreno umido e non ne ha affatto bisogno.

Un altro motivo che porta al marciume è lo scarso drenaggio: se hai un vaso senza fori di drenaggio, anche se stai attento alle tue abitudini di irrigazione, l’acqua può ristagnare sul fondo del vaso e causare il marciume.

L’altra causa di marciume è il terreno troppo pesante e compatto. Usa un buon terriccio e, se necessario, alleggeriscilo con sabbia o perlite.

Come capire che sta marcendo?

Il marciume radicale è un problema particolarmente odioso per i coltivatori di piante perché inizia sottoterra dove non può essere visto.

Nel momento in cui le foglie o gli steli della tua Monstera mostrano segni di sofferenza, il marciume potrebbe essere già grave.

L’unico modo sicuro per capire se la tua pianta sta marcendo è togliere la pianta dal terreno e osservare direttamente le radici.

Spesso il primo segno è semplicemente che la pianta sta crescendo lentamente o non cresce affatto. E se questo si verifica con la Monstera che in condizioni normali cresce velocemente e che non è esigente, allora c’è qualche problema.

Un altro potenziale segno di pericolo sono le foglie ingiallite o sbiadite. Una piccola quantità di ingiallimento è normale, ma quando molte foglie diventano gialle contemporaneamente, può essere un segno di marciume.

Una Monstera che emana un odore marcio o di muffa è un grave segno. Gli odori sgradevoli possono significare che l’infezione si è diffusa non solo alle radici, ma anche alla pianta.

Come salvare la pianta

Quando hai capito che la tua pianta è affetta da marciume radicale, è tempo di passare al trattamento. Il modo in cui procedere dipenderà dalla gravità del problema.

Se la tua pianta è impregnata d’acqua ma non mostra ancora segni di marciume radicale, tutto ciò che devi fare è pulire le radici e rinvasare la pianta in un terreno pulito.

Se vedi marciume, dovrai rimuovere le porzioni infette della tua Monstera.

Lava e osserva le radici

Dopo che hai rimosso la pianta dal vaso, rimuovi con le mani il terreno in eccesso dalle radici.

Pulisci bene tutto il sistema radicale e lava le radici delicatamente: non preoccuparti se cadono alcune radici, è comunque un segno che non sono particolarmente sane.

Se hai la conferma che le radici della tua Monstera non stanno marcendo, a questo punto puoi rinvasare la pianta in un vaso pulito.

Se invece vedi che le radici sono marce, ovvero che sono mollicce e marroni, l’unica cura è eliminarle completamente perché se lasci del tessuto infetto, probabilmente continuerà a diffondersi nel vaso.

Dovresti sterilizzare le cesoie o le forbici tra un taglio e l’altro. Quando possibile, cerca di rimuovere ogni radice con un unico taglio netto. Lascia solo le radici sane che sono chiare e carnose.

Rimuovi steli e foglie marce

Se il marciume si è diffuso alla parte superiore della Monstera, allora è il momento di rimuovere le parti rovinate. Togli i gambi o le foglie che mostrano segni di marciume.

Attenzione: in questa fase dovresti usare i guanti se hai la pelle molto sensibile poiché la pianta produce una linfa leggermente tossica che può causare irritazione alla pelle in alcune persone.

Considera che un apparato radicale molto sofferente dopo che hai tagliato gran parte delle radici marce, avrà difficoltà a riprendersi se deve mantenere una pianta con molte foglie.

Va da sé che quando le cose si fanno così drastiche, non c’è alcuna garanzia che la pianta sopravviva. Ma avrà una ripresa migliore se riesce a concentrarsi sulla ricrescita delle radici piuttosto che sulla crescita delle foglie.

Sostituisci il vaso

È quasi ora di riportare la tua Monstera nel terreno, ma prima dovrai assicurarti che sia piantata in un vaso pulito.

La scelta più sicura è usare un vaso nuovo perché i batteri e i funghi che causano la putrefazione delle radici potrebbero essere in agguato nel vaso vecchio.

Assicurati che il nuovo vaso abbia uno o più fori di drenaggio e se vuoi riutilizzare il tuo vecchio vaso, dovrai sterilizzarlo.

Una soluzione con qualche goccia di candeggina diluita in acqua dovrebbe andare bene: pulisci sia l’interno che l’esterno con questa miscela.

Rinvasa in terreno fresco

Non riutilizzare il vecchio terreno per rinvasare la pianta, gettalo via e aggiungi del terriccio fresco.

Se sei preoccupato per il drenaggio, puoi anche aggiungere uno strato di pietre sul fondo del vaso. Quindi posiziona la tua Monstera all’interno e annaffiala nel modo giusto.

Sii paziente con la tua pianta mentre si riprende: probabilmente passeranno alcuni mesi prima che inizi a produrre una nuova crescita. La guarigione deve avvenire prima sotto la superficie del terreno.

Evita di aggiungere fertilizzanti alla tua Monstera finché non si è ripresa del tutto. Le nuove radici che farà crescere possono essere danneggiate dai fertilizzanti chimici.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.