Come e quando concimare i tuoi Gerani per averli sempre rigogliosi

Gerani, una passione all’insegna dei colori!

La pianta di Gerani è, con ogni probabilità, la più amata del periodo primaverile: con le sue foglie e i suoi fiori colorati decora balconi e ringhiere, lasciando di stucco chi la osserva.

Prendersene cura non è complicato, ma bisogna prestare attenzione ad alcune regole di coltivazione fondamentali in modo da mantenerla sempre rigogliosa e verdissima.

Per avere fioriture lunghe e abbondanti, l’ideale è concimare questa pianta. La concimazione, però, non deve essere fatta alla cieca, ma è importante seguire i giusti consigli sulla scelta del prodotto e sul suo utilizzo.

Vediamo insieme come e quando concimare i gerani.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Il momento giusto

Innanzitutto, è importante specificare come il geranio non debba essere concimato sempre, ma solo in alcuni momenti dell’anno.

Bisogna concimare a partire dagli inizi della primavera e proseguire fino alla metà di agosto.

In realtà, se abitate in posti molto caldi e dove le temperature restano abbastanza alte fino a ottobre, potete continuare la concimazione fino al mese di settembre.

La pianta, infatti, va concimata nel suo periodo di crescita vegetativa e fioritura.

Nelle altre fasi dell’anno, fornire al geranio un apporto di sostanze nutritive eccessivo sarebbe non solo inutile, ma addirittura dannoso.

Il periodo di inizio della concimazione coincide anche con quello della potatura. Qui trovate tutti i segreti su come potare questa pianta.

Quale concime usare

Una volta capito quando concimare i gerani, bisogna scegliere quale concime o fertilizzante utilizzare.

Questo, in realtà, non è difficile: dal fioraio o al vivaio esistono concimi specifici per questa pianta o, più in generale, per piante da fiori.

 Il migliore è quello con formula NPK 4-6-6, arricchito con boro (B), rame (Cu) e ferro (Fe).

Ecco cosa fare se lo stelo del geranio è bucato.

Modalità di concimazione

Circa le modalità di concimazione, è importante seguire le istruzioni riportate sulla confezione del prodotto scelto.

In genere, se il prodotto è liquido, va diluito nell’acqua di innaffiatura e somministrato ogni 3 settimane.

Inoltre, cercate di non bagnare mai fiori, foglie e steli, ma versate il concime liquido solo sul terreno.

Quando è granulare e a rilascio lento, di solito la concimazione va fatta più sporadicamente, anche una sola volta ogni 2 mesi.

Ad agosto, quando il clima è molto torrido, concimate dopo le innaffiature.

Il vostro geranio ha rami lunghi e legnosi? Ecco perché.

Soluzioni naturali

Sapevate che potete concimare i vostri gerani anche con rimedi naturali? Certo, sono spesso meno specifici ed efficaci di quelli acquistati al vivaio, ma non per questo inutili, anzi!

Una delle prime soluzioni che possiamo adottare è quella del compost. Possiamo crearlo facilmente mescolando resti di frutta e verdura come le loro bucce, foglie secche delle piante e scarti del giardinaggio domestico.

Qui trovate altri consigli per il vostro compost.

In aggiunta, o in alternativa, possiamo utilizzare i fondi di caffè. Questi, infatti, sono ricchi di azoto e possono essere sbriciolati e sparsi sul terreno alla base della pianta. Altri suggerimenti su come usarlo possono essere trovati qui.

Infine, un’alternativa è quella dei gusci delle uova. Sbriciolateli e spargeteli sul terreno: col tempo, questi rilasceranno del calcio che rinforzerà i gerani aiutandoli nella loro crescita vegetativa.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".