Come salvare una Peperomia che sta marcendo

La Peperomia è una pianta perenne conosciuta per le sue foglie decorative che abbelliscono case o giardini.

Anche se non spesso è colpita da malattie, la pianta di peperomia potrebbe soffrire per il marciume delle radici.

Il marciume delle radici di peperomia è un’infezione fungina che si verifica spesso quando innaffi troppo la pianta.

I segni di marciume radicale di solito sono foglie cadenti o ingiallite.

Ma scopriamo insieme come salvare una Peperomia che sta marcendo!

Cause del marciume radicale

Il marciume radicale è una malattia che attacca le radici delle piante, specialmente quelle che crescono in un terreno troppo umido o zuppo.

Le radici, in un terreno zuppo, non riescono ad assorbire ossigeno e annegano letteralmente.

Le radici iniziano a marcire, morendo lentamente. La cosa peggiore del marciume radicale è che si diffonde velocemente alle parti più sane della radice e della pianta.

Un’altra causa del marciume radicale nella peperomia è l’infezione da funghi. Se innaffi troppo la peperomia, questo crea un ambiente umido che attiva i funghi, portando di conseguenza ad infezioni batteriche e fungine.

Segni del marciume

Devi sapere che il marciume radicale è una delle malattie più gravi che colpiscono le piante di peperomia, per questo deve essere trattato al più presto.

Ma per risolvere il problema, devi prima essere certo che si tratti di marciume delle radici. In genere, i segni del marciume nelle piante sono questi:

  • La pianta inizia a morire velocemente
  • Le foglie iniziano a diventare gialle e poi marroni
  • Le radici diventano marroni-nere e mollicce

Il marciume delle radici impedirà alle radici della peperomia di funzionare come sempre: non riescono ad assorbire acqua, sostanze nutritive e ossigeno.

Nel tempo, noterai che le foglie della peperomia diventeranno gialle o marroni, la maggior parte cadranno dopo poco tempo.

Le radici colpite diventano nere e mollicce: se non sei sicuro che sia marciume radicale basta controllare le radici.

Alcune delle radici colpite potrebbero cadere non appena le tocchi. Le radici sane invece sono chiare, carnose e flessibili: è un’indicazione che la tua pianta di peperomia potrebbe essere salvata.

Controlla le radici

Le piante di peperomia non sono piante che richiedono molte cure. In effetti, la peperomia è tra le piante da appartamento più facili da mantenere.

Tutto ciò che devi fare è innaffiarla correttamente, considera che la peperomia ha bisogno di poca acqua, innaffia solo quando il terreno si è completamente asciugato.

Tuttavia, se la tua pianta è già colpita dal marciume, ti dico subito cosa fare per salvarla.

Solo perché una parte delle radici è marcita non significa che tutte le radici siano marce. Lava le radici sotto l’acqua corrente, osservandole: se tutte le radici sono nere e molli non c’è niente da fare.

Ma se dopo aver risciacquato le radici della tua pianta in acqua pulita ti rendi conto che c’è una parte non infetta, puoi passare al passaggio successivo.

Come salvare la pianta

Usa forbici o cesoie pulite per tagliare le radici colpite. Quando inizi questo passaggio, considera che potresti dover tagliare buona parte delle radici della tua Peperomia, quindi non avere paura.

Taglia tutte le aree colpite, lasciando solo le parti sane. Una volta che hai rimosso buona parte delle radici, è fondamentale rimuovere alcune foglie. Ridurre il numero di foglie assicura che la radice non abbia troppe foglie da nutrire.

È fondamentale rinvasare la pianta più presto possibile, ma disinfettare il vecchio vaso è ancora più importante.

Butta via il terriccio vecchio e lava il vaso con una soluzione di candeggina diluita in acqua per eliminare tutti i funghi all’interno (ancora meglio se usi un vaso nuovo).

Rinvaso

Fai molta attenzione quando rinvasi la tua pianta poiché è molto fragile. Le radici sono ancora deboli, il che significa che avranno bisogno del giusto tipo di terreno.

E poiché le peperomie non amano troppa acqua, dovresti piantarle in in un terreno con un buon drenaggio per evitare ristagni d’acqua.

Inoltre, poiché la tua pianta cercherà di ricostruire le sue radici, non dovresti stressarla con il concime. Attendi che la pianta si riprenda completamente prima di aggiungere fertilizzanti al terreno.

Osserva la tua peperomia dopo il rinvaso. Fai attenzione ai segni di guarigione o di infezione poiché il marciume radicale può ritornare, soprattutto se non hai tagliato tutte le radici colpite o se non hai disinfettato correttamente il vaso.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.