3 Modi alternativi per usare la corteccia per Orchidee

Il bark indica un tipo di substrato fatto di piccoli pezzetti di corteccia (più comunemente di pino) che viene usato in giardino e per le piante d’appartamento.

Spesso la corteccia viene associata alle orchidee perché è la miscela in cui vengono quasi sempre coltivate le orchidee phalaenopsis.

Tuttavia questo tipo di substrato ha anche altri usi benefici per le tue piante che a volte possono sfuggirti.

Vediamo allora quali sono i 3 modi alternativi per usare la corteccia in giardino e per le piante da interno!

Usala come pacciamatura

La corteccia degli alberi ridotta in piccoli pezzi viene spesso usata anche come pacciamatura.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

La pacciamatura consiste nel creare uno strato di protezione di circa 4-5 cm sulla superficie del terreno delle piante in giardino.

In inverno infatti, il gelo potrebbe rovinare le radici delle tue piante da esterno, mentre lo strato di pacciame conserverà costante la temperatura del suolo o quantomeno eviterà che scenda sotto lo zero.

In più, come pacciame aiuta a trattenere l’umidità all’interno del terreno prevenendo un’evaporazione veloce dell’acqua di innaffiatura, questo aiuta soprattutto nelle stagioni più calde.

Aggiungila al terreno delle piante

La miscela fatta di pezzi di corteccia o bark viene spesso usata per le amatissime orchidee, ma forse non sai che potresti usarla anche per la coltivazione di altre piante d’appartamento.

Infatti, puoi miscelare 1 parte di corteccia in 3 parti di terriccio universale per rendere il terreno delle piante d’appartamento più arioso e leggero.

Ovviamente potrai aggiungere anche 1 parte di inerti come la perlite che renderanno il terreno ancora più drenante.

In più, la corteccia nella miscela aggiunge nuovi nutrienti e migliora la struttura del suolo, insomma rinvigorisce le tue piante grazie alla reintroduzione di nutrienti e altri elementi essenziali.

Come rimedio alle erbacce

Corteccia e trucioli di legno forniscono una barriera naturale contro le erbacce.

Basterà fare uno strato alto circa 5 cm sul terreno delle tue piante da giardino per evitare che crescano erbacce indesiderate.

Controlla l’area che devi rivestire con la corteccia per assicurarti di procurarti abbastanza materiale per coprire l’area desiderata.

Uno strato di trucioli proteggerà anche le radici delle piante dai danni del gelo in inverno o dal sole cocente in estate.

Quando la corteccia o il pacciame vengono utilizzati per coprire le aree esposte del terriccio, le erbacce avranno meno accesso alla luce e all’ossigeno, dunque viene limitata la loro crescita.

Ti aiuterà in questo modo a risparmiare tempo nella manutenzione del giardino.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.